Cronaca Punta Secca

Polizia vera arresta uomo per droga vicino casa di Montalbano

E' il titolare di un pub

  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-09-2019/1568447783-polizia-vera-arresta-uomo-per-droga-vicino-casa-di-montalbano-1-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-09-2019/polizia-vera-arresta-uomo-per-droga-vicino-casa-di-montalbano-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-09-2019/1568447783-polizia-vera-arresta-uomo-per-droga-vicino-casa-di-montalbano-1-240.jpg

Santa Croce Camerina - La Polizia di Stato - Squadra Mobile – ha tratto in arresto LP.A., comisano di anni 38 per detenzione ai fini di spaccio di 75 grammi di cocaina.
A fine estate qualcuno ha notato che uno dei titolari di un pub/ristorante di Punta Secca aveva uno strano “giro” nel suo locale. Forse in estate non ci aveva fatto caso nessuno per la confusione, ma quando l’affluenza è diminuita è stato facile notare quel via vai.
Il locale, ironia della sorte, si trova a pochi metri dalla casa di “Montalbano” e non è stato difficile fingersi bagnanti per osservare quel luogo di ritrovo.

Tra un bagno e l’altro e qualche passeggiata al lungomare, gli agenti in borghese della Squadra Mobile hanno potuto constatare che la segnalazione potesse avere fondamento pertanto sono stati organizzati mirati servizi.
Durante un pomeriggio, ad opera degli agenti di Polizia della Sezione Narcotici, è stato effettuato il blitz non appena il momento è stato favorevole. Uno dei titolari del pub ha aperto il locale guardandosi attorno prima di entrare e chiudendo la porta immediatamente dopo nonostante la giornata calda. Il comportamento anomalo del sospettato ha permesso agli agenti di ipotizzare che quello fosse il momento propizio. Appena il soggetto è uscito dal ristorante, considerato che si guardava sempre attorno, è scattato il controllo degli uomini della Squadra Mobile e della Squadra Volanti. L’uomo non ha neanche fatto finire gli agenti di parlare ed ha consegnato la droga che nascondeva negli slip.
L’arrestato ha avuto l’ardire di raccontare agli agenti che non era droga ma una anfetamina che usava in palestra nonostante non avesse neanche le doti fisiche per fingersi dopato.

Gli uomini della Squadra Mobile hanno poi completato la perquisizione del locale rinvenendo una bilancia di precisione.
Accompagnato presso gli uffici della Questura di Ragusa, il soggetto è stato identificato dalla Polizia di Stato e poi condotto in carcere a disposizione del Sost. Procuratore della Repubblica Dott. Santo Fornasier.
L’arresto è stato convalidato, considerato anche l’esito delle analisi chimiche effettuate dai laboratori dell’ASP di Ragusa che hanno certificato che la sostanza era del tipo cocaina.