Benessere Dieta Lemme

Iva Zanicchi dieta: il segreto dei Vip

L'importanza dell'indice glicemico

Iva Zanicchi dieta: il segreto dei Vip

Se vi state chiedendo come ha fatto Iva Zanicchi ha riacquistare la forma di quando era ragazza e la linea filiforme con cui l’abbiamo vista negli ultimi tempi in tv la risposta è: dieta Lemme.
La celebre presentatrice, ormai alla soglia degli 80 anni, ha confessato di aver perso 7 chili in soli 15 giorni. Qualche mese fa, durante la trasmissione di Bruno Vespa, Porta a Porta, la cantante ha detto che il suo veloce dimagrimento è merito della dieta elaborata dal dietologo Alberico Lemme. Dieta che ha conquistato anche altri vip come Flavio Briatore, Manuela Arcuri e Paola Perego.
«Sto seguendo una dieta rigorosa e terribile» ha spiegato Iva Zanicchi. «Ma in due settimane ho già diminuito la mia massa grassa. Mangio molte fragole e tanta frutta. Ho eliminato del tutto il sale».

La dieta Lemme è però oggetto di controversie, proprio perché facendo dimagrire così tanto ma così in fretta rientra nel novero delle diete squilibrate. Qui spieghiamo in cosa consiste e perché fa dimagrire ma, come sempre, raccomandiamo di non seguire questa dieta senza prima aver consultato uno specialista.  

COME FUNZIONA LA DIETA DI IVA ZANICCHI
La dieta che ha fatto perdere tanti chili a Iva Zanicchi si basa quindi sui consigli del dottor Lemme. La prima regola di questo regime alimentare è di evitare alcuni alimenti, come il sale che aumenta il rischio di ipertensione e l’indice glicemico. Anche lo zucchero è da eliminare perché stimola l’insulina, l’ormone che aumenta il grasso corporeo e il pane. Inoltre non si possono abbinare proteine e carboidrati, non solo nello stesso pasto ma anche nella stessa giornata. La dieta Lemme è composta da due fasi: la prima fase dura 20 giorni e fa dimagrire fino a 10 chili, la seconda dura 3 mesi e permette di consolidare i risultati raggiunti.
La dieta si basa poi sull’analisi dell’indice glicemico e dalla composizione chimica degli alimenti e prende in considerazione anche l’orario in cui si consumano i pasti e il legame tra essi. Consumare i pasti sempre a un orario definito: colazione entro le 9.30, pranzo tra le 12 e le 14 e cena tra le 19 e le 21. Previsti anche due spuntini, uno a metà mattina, tra le 11 e le 12, uno nel pomeriggio, tra le 16 e le 17.

IL MENU DELLA DIETA DI IVA ZANICCHI
Il menu previsto dalla dieta Lemme può essere di tipo onnivoro, vegetariano, o vegano. Non sono previste porzioni precise da assumere. Gli alimenti consentiti nel menu della dieta di Iva Zanicchi sono l’olio extravergine di oliva, il tè, il caffè, le spezie e anche la frittura ma sporadicamente e di qualità.
Ecco un esempio di menu settimanale previsto dalla dieta Lemme seguita da Iva Zanicchi:
Primo giorno
A colazione 100 g tacchino e una tazza di caffè. A pranzo filetto di manzo e caffè. A?cena pesce spada e caffè.
Il secondo giorno si ripete lo stesso menu.
Terzo giorno
A colazione100 g di pasta con olio e peperoncino e una tazza di caffè, a pranzo petto di pollo e caffè e a cena sogliola e caffè.
Il quarto giorno si ripete il menu del secondo giorno.
Il quinto giorno
A colazione: carciofi e caffè, a pranzo fiorentina e caffè e a cena orata e caffè.
Il sesto giorno si ripete lo schema del quinto giorno.


© Riproduzione riservata