Attualità Città del Vaticano

Papa Francesco: Sono assediato, pregate per me

Le parole sono state dette in un colloquio con 24 gesuiti in Mozambico

Città del Vaticano - Papa Francesco ha spiegato di essere "tentato" e "molto assediato": per questo "è molto importante che la gente preghi per il Pontefice e le sue intenzioni perché solo così può essere liberato". Sono parole dette durante il recente viaggio in Africa in un incontro con i Gesuiti e riportate dal direttore di Civiltà Cattolica. "Sento continuamente il bisogno di chiedere l'elemosina della preghiera del mio popolo", ha aggiunto il Papa.

"È importante che la gente preghi per il Papa e per le sue intenzioni. Sono tentato e molto assediato: solo la preghiera del suo popolo può liberarlo, come si legge negli Atti degli Apostoli". Papa Francesco, durante il suo viaggio in Mozambico (il 5 settembre), ha incontrato in maniera privata un gruppo di 24 gesuiti. Il colloquio, avvenuto in Nunziatura al termine della giornata di impegni del Pontefice, è stato pubblicato sul sito della rivista La Civiltà Cattolica. "Quando Pietro era imprigionato - ha continuato - la Chiesa ha pregato incessantemente per lui. Se la Chiesa prega per il Papa, questo è una grazia. Io davvero sento continuamente il bisogno di chiedere l'elemosina della preghiera. La preghiera del popolo sostiene".  

Nella foto, Papa Francesco con un casco in cui è stato scritto "A Maronna t'accumpagna"