Economia Ragusa

Bapr Ragusa approva il bilancio

Situazione Patrimoniale ed economica al 30 giugno 2019

Ragusa - Il Consiglio di Amministrazione della Banca Agricola Popolare di Ragusa ha approvato ieri il Progetto di Bilancio relativo al 30 giugno 2019.
I numeri oggetto di approvazione continuano a confermare la solidità patrimoniale della Banca, rafforzando il suo posizionamento ai vertici del panorama bancario italiano. Il CET 1 ratio phase-in - che rappresenta l’indicatore principale di solidità patrimoniale - è pari al 25,03%, in incremento rispetto al 24,17% di fine anno. Per altro verso, il Texas ratio, pari al 55%, – che in modo semplice indica se il patrimonio della banca è sufficiente a coprire i crediti deteriorati, al netto delle rettifiche operate – si conferma agli stessi valori del 31 dicembre 2018.
I livelli di copertura dei crediti deteriorati, che a fine dello scorso esercizio erano stati ampiamente incrementati, sono anch’essi ulteriormente migliorati, a riprova della circostanza che il management della Banca sta perseguendo un’attenta politica di accantonamenti, a tutela della solidità e della futura redditività aziendale.
In logica conseguenza con quanto finora rappresentato, l’ammontare complessivo delle esposizioni deteriorate, al netto degli accantonamenti effettuati, si è attestato a giugno 2019 ad € 305,7 mln, con una ulteriore riduzione dell’1,8% rispetto a dicembre 2018.

Un’altra conferma dell’ottimo stato di salute della Banca proviene dall’ampio rispetto degli indicatori regolamentari sulla liquidità aziendale. Migliorano ulteriormente le Attività Prontamente Liquidabili, che sommano a € 529 mln.
La redditività è confermata da un utile netto pari a € 4,8 mln, in linea con gli obiettivi che la Banca si era data nel suo Piano d’Impresa e che si può leggere anche confrontandolo con il dato di fine 2018, che ammontava, per l’intero esercizio passato, ad € 8,8 mln.

Il Presidente Arturo Schininà, nel commentare i dati semestrali, dichiara: “I numeri approvati dal Consiglio di Amministrazione non solo confermano la serietà del lavoro svolto da tutti i dipendenti nel continuare a rafforzare gli indicatori di solidità aziendale, storicamente un vanto per la nostra Banca, ma dimostrano anche, in un periodo di perdurante incertezza economica e finanziaria, l’attenzione che stiamo tutti ponendo a sostegno delle famiglie e delle imprese che operano sul nostro territorio. Nei primi 6 mesi dell’anno i finanziamenti si sono ulteriormente accresciuti di quasi € 70 mln. Si tratta di erogazione tutte effettuate nelle province di storico insediamento, a riprova che il rapporto simbiotico con il nostro territorio prosegue con rinnovato vigore, senza tuttavia che questo sia di impedimento al giusto e sostenibile sviluppo verso altre realtà economiche della regione, parimenti meritevoli di essere supportate.”

Anche il Direttore Generale Saverio Continella esprime pieno compiacimento per i dati appena approvati dal Consiglio di Amministrazione: “I risultati del primo semestre dimostrano che la struttura aziendale sta ben performando tutti gli obiettivi programmati. La sfida ora è saper cogliere con successo le opportunità di sviluppo che il contesto isolano è in grado di offrire, in modo da poter agire positivamente sulla nostra redditività. La sfida che stiamo perseguendo è quella di affiancare alla nostra tradizionale solidità una convinta capacità di innovazione, anche digitale e di marketing, come del resto il mercato richiede. Flessibilità, velocità e coinvolgimento stanno diventando in questi mesi le nostre parole chiave, perché vogliamo poter dare risposte ai nostri clienti, in modo rapido, chiaro e professionale. Senza dimenticare l’impegno sociale, che deve essere il tratto distintivo di una banca locale, come la Banca Agricola Popolare di Ragusa”.