Attualità Ragusa

La salma del Vescovo Iacono lascia Ragusa

Diventerà Santo?

Ragusa - A 63 anni dalla morte, la salma di monsignor Giovanni Iacono lascia la cattedrale di Ragusa per essere traslata nella cattedrale di Caltanissetta nella cui Diocesi è stato a lungo pastore. Una messa è stata officiata dal Vescovo di Ragusa, Carmelo Cuttitta, alla presenza di nipoti e i pronipoti di monsignor Iacono.

Un Tribunale nominato dal vescovo, ha effettuato nei giorni scorsi, nella cattedrale di San Giovanni Battista, la ricognizione canonica del corpo di monsignor Giovanni Jacono. La ricognizione è stata autorizzata dalla Congregazione delle Cause dei Santi. Oggi una delegazione della Diocesi di Ragusa accompagnerà i resti mortali di monsignor Iacono a Caltanissetta dove saranno tumulati. La Diocesi di Ragusa ha così accolto la richiesta che era stata formulata dal vescovo della Diocesi di Caltanissetta, monsignor Mario Russotto. A Ragusa, in cattedrale, rimarrà una insigne reliquia.

Monsignor Giovanni Iacono è stato proclamato venerabile da Papa Francesco lo scorso 8 novembre. Monsignor Giovanni Jacono nacque a Ragusa il 14 marzo 1873 e morì a Ragusa il 25 maggio 1957. Fu arcivescovo titolare di Mocisso e vescovo di Molfetta e Caltanissetta.