Sport Pachino

Le notti magiche di Totò Schillaci a Pachino

Tanti aneddoti

Pachino - “Gianni Agnelli mi chiamava la mattina alle 7,30 per conoscere le mie condizioni: a me sembrava uno scherzo”. Ha parlato di Juve, Nazionale e ha raccontato la sua storia, l’eroe di Italia ’90, Totò Schillaci, che ieri sera ha inaugurato la nuova stagione sportiva dello Juventus Official Fan Club di Pachino. Nella sede di via La Marmora c’erano molti tifosi bianconeri ad attendere l’ex attaccante di Juve e Nazionale. Sul maxi schermo passavano i gol di Totò ad Italia ’90.

“È sempre bello rivedere le immagini dei mondiali - ha commentato Totò Schillaci - sono passati 30 anni e mi sembra ieri. Ho fatto parte di una grande Nazionale, una delle formazioni più importanti della storia”. Ha raccontato come è finito alla Juve, episodi curiosi come la famosa testata a Roberto Baggio ma anche la grande professionalità dell’ex Divin codino nel cedergli la sfera per battere il penalty contro l’Inghilterra. Ed anche il suo rapporto con allenatori come il “professor” Franco Scoglio o Zdenek Zeman. E poi l’esperienza mondiale.

“La prima volta che sono entrato in campo contro l’Austria - ha detto - ho avuto paura, ma per me era una grande occasione. Poi ho segnato e da li è iniziata la mia avventura. Per me il pallone era tutto, mi sono concentrato su questo obiettivo sin da piccolo. Certo, quello che poi è accaduto non era nemmeno nei miei sogni”. Al termine del dibattito Totò Gol ha donato al club una maglia con il numero 11 e il suo nome, e poi è partita la festa, con foto ricordo e autografi.

“Per il nostro primo compleanno - ha dichiarato il presidente, Angelo Aliffi - abbiamo voluto spegnere la prima candelina assieme ad un campionissimo del passato. È un regalo che abbiamo voluto fare ai nostri tifosi e a tutti gli appassionati di calcio, nella speranza che questo club possa crescere ancora di più”.