Giudiziaria Vittoria

Processo Exit poll, accusa chiede due anni per ex sindaco Moscato

Gli avvocati hanno chiesto l'assoluzione perché il fatto non sussiste

Vittoria - Partito il processo Exit poll al Tribunale di Catania. All'udienza preliminare di oggi davanti al Gup Stefano Montoneri la pubblica accusa ha chiesto la condanna a due anni per corruzione elettorale dell'ex sindaco di Vittoria Giovanni Moscato e di un anno del consigliere comunale del Pd Francesco Cannizzo, mentre, per gli altri imputati tra cui l'ex sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia e suo fratello Fabio il rinvio a giudizio. L'accusa ha formulato la richiesta perchè Moscato e Cannizzo hanno chiesto il rito abbreviato.

Gli avvocati difensori di Moscato (Trantino e Pietrarossi) e di Cannizzo (Seminara) hanno chiesto invece l'assoluzione perchè il fatto non sussiste, mentre, per gli altri 8 imputati che hanno scelto il rito ordinario i difensori hanno chiesto il non luogo a procedere. Il Gup si è riservato di decidere ed ha aggiornata l'udienza al prossimo 28 ottobre.