Attualità Augusta

Celebrati i funerali del tenore Marcello Giordani

Un uomo generoso

Augusta - Celebrati oggi, nella giornata del luttocittadino, i funerali di Marcello Guagliardo conosciuto nel mondo della lirica internazionale col nome di Marcello Giordani, stroncato sabato da un infarto. La chiesa Madre era gremita per l'addio al maestro che ha portato in giro per il mondo il nome di Augusta. In prima fila tutte le autorità civili e militari, la sindaca Cettina Di Pietro, vestito di nero con la fascia tricolore addosso. Il rito funebre è stato celebrato da don Palmiro Prisutto e don Angelo Saraceno. Quest'ultimo nell'omelia ha ricordato Marcello uomo ed artista che "seppur nato a Catania si diceva augustano. Voleva impegnarsi nel sociale, ma era rimasto deluso dalla politica", ha detto Don Angelo.

"Il Signore chiama all'improvviso, perchè ha progetti di vita, noi non stiamo celebrando la morte, ma la nascita alla vita eterna di Marcello. Moriamo perchè siamo creature ed il tempo è finito". Anche la sindaca ha parlato del suo rapporto con il tenore. "Ci siamo anche scontrati - ha detto Di Pietro- poi ho capito il personaggio, era un generoso". Poi un applauso interminabile alla fine del rito funebre. Poi il feretro ha lasciato la chiesa, mentre su Augusta imperversava la pioggia.