Attualità Noto

Celebrati i funerali del pilota morto a Modica

All'uscita dal funerale la bara è stata alzata davanti alla 112 con cui aveva gareggiato domenica a Modica prima dell'improvviso malore

Noto - La Cattedrale ha accolto oggi pomeriggio il saluto a Corrado Perolini, il meccanico pilota amatoriale di 55 anni che domenica pomeriggio a Modica è morto dopo un improvviso malore. 

Le esequie sono state celebrate da don Angelo Busà, che ha ricordato la figura di Corrado, marito e padre esemplare e nonno premuroso, capace di abbattere le distanze generazionali. La sua passione per le auto e per l’automobilismo lo portava a condividere intere giornate con amici più piccoli, alle prese con le prime gare, ai quali non mancava mai di dare consigli e suggerimenti.

Ad attendere il feretro all’uscita dalla chiesa c’era la sua Autobianchi 112 gialla: davanti a Palazzo Ducezio la bara è stata alzata in segno di saluto verso l’automobile a cui dedicava tempo e passione.