Attualità Vittoria

La 'verticale' dei vini Franchetti nell'enoteca Mattei

Da quelli toscani della Tenuta di Trinoro in Val d’Orcia sino a quelli dell’Etna di Passopisciaro

Vittoria - Una serata in verticale. Sempre in piedi. Perché la degustazione nell’enoteca Mattei dei fratelli Faviana regala una degustazione in verticale dei vini Franchetti. Da quelli toscani della Tenuta di Trinoro in Val d’Orcia sino a quelli dell’Etna di Passopisciaro.

Una degustazione che ha permesso di conoscere, grazie alla responsabile vendite di Italia e Estero Letizia Patanè, la storia di Andrea Franchetti, imprenditore di origine americana che diventa vigneron per scelta. In principio fa conoscere e apprezzare il suo vino ai francesi, portandolo alla settimana en primeur a Bordeaux grazie a un amico mercante che mette la sua bottiglia in fila con i grand cru. Il successo è immediato. Nel tempo prende corpo anche un’altra realtà, totalmente diversa per luogo e natura. Dalla Toscana, Franchetti si sposta in Sicilia perché s’innamora dell’Etna. Se Trinoro in Valle d’Orcia è stata un’esperienza solitaria in un luogo solitario, quella dell’Etna è un’esperienza sociale. Franchetti trova 100 produttori che producono entusiasticamente vino e a Randazzo prende atto che vi sono giovani di 17 anni parlare di terroir e di cru e hanno la capacità economica per curare tutto l’indotto. Così Franchetti sulla ‘verticale’ Toscana-Sicilia fa vedere il meglio di sé e produce un bianco Chardonnay che colpisce per la bontà dei suoi profumi 8il Passobianco) e poi si dedica al Nerello Mascalese con un Passorosso che cattura olfatto e papille perché Franchetti voleva un vino così chiaro, grasso, complesso e cosmico. A Salvo Faviana, event manager di Enoteca Mattei, il merito di aver fatto apprezzare nella patria del Cerasuolo di Vittoria la bontà dei vini Franchetti.

A completare una serata di grande effetto nell’Enoteca vittoriese i sapienti piatti preparati dallo chef Ivan Iurato reduce dalla positiva esperienza di Masterchef dove si è distinto per la sua cultura (ha una laurea in Scienze Politiche) ma anche per la preparazione dei suoi piatti. Iurato formatosi secondo gli insegnamenti di nonna e mamma riesce a proporre piatti che possono scatenare i profumi e i sapori della terra siciliana. Il suo menù in verticale è un crescendo di sapori che hanno sbigottito gli astanti di enoteca Mattei.