Cronaca Catania

Piovono vetri. Due polacchi ubriachi litigano in B&B

Se le sono suonate di santa ragione

 Catania - La Polizia di Stato ha arrestato Dawid Kaminski, cittadino polacco di 27 anni, con l'accusa di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Ad avvertire gli agenti è stato il titolare di un panificio in Corso delle Province, il quale segnalava la pericolosa caduta di frammenti di vetro sulla pubblica via. In effetti questi frammenti provenivano dal quarto piano dello stesso stabile, dove c'è un B&b.

Poiché da uno degli appartamenti del B&b si sentivano rumori, i poliziotti bussavano insistentemente alla porta fino a quando quest’ultima veniva aperta da un uomo, di nazionalità polacca, il quale presentava escoriazioni su varie parti del corpo, tracce di sangue sui vestiti e i sintomi tipici di un'ubriacatura. Quest'ultimo dichiarava che poco prima era stato malmenato da un connazionale, che alloggiava nella stanza accanto.

Effettuato un controllo della sua stanza, i poliziotti l'hanno trovata sottosopra, con mobili spostati, oggetti personali sul pavimento e tracce di sangue su pareti, pavimento e lenzuola. Dopo aver richiesto un’ambulanza per soccorrere l’uomo, gli operatori bussavano nella stanza indicata dalla vittima, senza ricevere alcuna risposta e, quindi, contattato il proprietario del b&b si sono fatti aprire con la sua chiave. Dentro c'era l'aggressore che ha iniziato ad insultarli. Nella stanza, inoltre, c'erano diverse bottiglie di vetro, alcune rotte, con frammenti sparsi sul pavimento.

L’uomo, invitato dal proprietario del B&b a lasciare la struttura, inizialmente sembrava aver accolto l’invito nonostante le lamentele, ma improvvisamente, mentre stava per uscire dalla stanza si scagliava contro uno degli agenti il quale nella colluttazione riportava la frattura di un dito con prognosi di 30 giorni.

I poliziotti riuscivano ad arrestare il polacco, che veniva condotto prima in questura e poi nel carcere di Piazza Lanza.