Benessere Attacchi di fame

Nutrizione: cosa mangiare di notte per non ingrassare

Le ore notturne sono le meno attive per il metabolismo

In tema di dieta non è solo importante cosa mangiare, ma conta anche l'orario. Gli alimenti in effetti vengono metabolizzati in maniera diversa a seconda dell'orario in cui vengono consumati i pasti. Se ad esempio si mangia prima di dormire o ci si sveglia nel cuore della notte e si apre il frigo per fare uno spuntino, le calorie verranno immagazzinate sotto forma di grasso invece di essere convertite in energia. Questo perché l'organismo umano rispetta un ritmo circadiano, una sorta di orologio biologico basato su veglia e sonno, ovvero sul normale ciclo luce buio.
Le ore notturne quindi sono le meno attive da un punto di vista metabolico perché anche gli organi deputati alla digestione hanno bisogno di riposo, per cui si dovrebbe consumare un pasto leggero per non appesantire lo stomaco. A volte però, complice l'insonnia, può accadere di alzarci a notte fonda con un appetito irrefrenabile. Cosa mangiare quindi nel caso di spuntini fuori orario che non vadano a compromettere la linea o una dieta?

Spuntini notturni: quelli che non nuocciono
1) Macedonia di frutta preparata in casa, ad esempio con fragole o ciliegie e yogurt e latte di mandorle oppure in alternativa yogurt greco e mirtilli. Questi ultimi sono un ottimo antiossidante e rinforzano il sistema immunitario.
2) Olive e avocado. Entrambi questi alimenti possiedono acidi grassi di ottima qualità che sono importanti per la salute cardiovascolare. Inoltre riescono a conciliare il sonno.
3) Carboidrati e proteine. Sono importanti perché innescano una serie di risposte da parte dell'organismo che ci facilitano il sonno. Inoltre prolungano il senso di sazietà fino al mattino, per cui non c'è il rischio di svegliarsi in preda a un appetito pantagruelico nel corso delle ore piccole. Vi suggeriamo ad esempio dell'avena assieme a dei crackers o della pasta o riso che evitano che l'insulina raggiunga dei picchi molto elevati nel corso della notte. Ancora meglio se a questi spuntini notturni, oltre ai carboidrati, si aggiungano anche le proteine. In questo senso può consumarsi un uovo, alimento che ci apporta proteine con una patata bollita che contiene carboidrati.
4) Frutta e formaggio. Il noto adagio recita al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere. Si tratta di un ottimo spuntino che gratifica il palato per il contrasto tra il dolce e il salato. In alternativa potete provare anche la mela col burro di arachidi, l'importante è che il burro contenga il 100% di arachidi senza olio di palma e zuccheri, oppure in alternativa un cucchiaio di burro di noci spalmato su una fetta di pane integrale. Anche la frutta fresca, ad esempio una manciata di pistacchi o di mandorle, è utile allo scopo.
5) Una banana. Si tratta di un frutto che grazie al contenuto di potassio ci rilassa e favorisce il sonno.
Vanno evitati invece gli alimenti speziati o troppo grassi e le bevande che contengono caffeina, ad esempio caffè, tè, bibite analcoliche e anche la cioccolata.
Insomma con questi spuntini notturni riuscirete a saziarvi e a salvare la linea!