Attualità Ragusa

Fumarole a Cava d'Aliga, Prefettura dispone controlli

Il 30% delle aziende agricole controllate sono state multate

Scicli - Aria inquinata dai fumi delle fumarole, con cui gli incivili danno fuoco a scarti di ortaggi e plastica a Cava d'Aliga. Un tema oggetto di una riunione ieri in Prefettura a Ragusa. 

Polizia Provinciale e polizie municipali hanno comunicato che delle aziende controllate negli ultimi quattro mesi circa il 30% sono state sanzionate e denunciate. Le maggiori criticità sono riconducibili ai residui vegetali, a causa delle clips e delle fascette non biodegradabili, e ai residui provenienti dal ciclo di lavorazione quali seminiere e contenitori di fitofarmaci.

Il Prefetto ha prospettato la possibilità di creare un database incrociando i dati afferenti i titolari di apposito patentino per l’utilizzo di fitofarmaci al fine di effettuare controlli a campione per riscontrarne anche il corretto smaltimento.