Cronaca Siracusa

Plemmirio, ritrovato idrovolante Seconda Guerra

A fare la scoperta nelle acque siracusane il team composto dai subacquei Fabio Portella e Linda Pasolli

Siracusa - E' stato ritrovato, nei fondali fondali dell’Area marina Protetta Plemmirio, uno "scarpone", cioè il galleggiante in alluminio di un idrovolante che presumibilmente potrebbe risalire al periodo della seconda guerra mondiale.
A fare la scoperta nelle acque siracusane il team composto dai subacquei Fabio Portella e Linda Pasolli, nell'ambito del progetto di ricerca Hydra che si propone di studiare gli effetti fisiologici derivanti dall’uso di scooter subacquei o Dpv (Diver Propulsion Vehicles) in immersione.
Un ritrovamento consistente se si pensa che la base dell’idrovolante rinvenuta misura circa dodici metri di lunghezza per 1,2 metri di larghezza.
"Le parti ritrovate farebbero pensare ad un Cant Z.506 – spiega Portella - un idrovolante di fabbricazione italiana risalente al periodo compreso fra il 1936 ed il 1960. E’ noto, infatti, che la compagnia aerea “Ala Littoria” utilizzasse tali velivoli sulla linea Roma-Siracusa-Bengasi, tanto è vero che nel Porto Grande di Siracusa era presente un idroscalo. Oppure potrebbe trattarsi di un modello utilizzato per scopi di ricerca, soccorso o ricognizione durante il secondo conflitto mondiale"