Lettere in redazione Ragusa

Io, automobilista che percorre tutti i giorni la Ragusa-Catania

Riceviamo e pubblichiamo

Ragusa - Gentile redazione di Ragusanews,

per mia sventura percorro più volte alla settimana le SS 514 e 194. Tutti siamo a conoscenza delle criticità di queste arterie, sopratutto l'Anas e la classe politica dominante. Di fronte all'ennesima tragedia consumatasi su queste strade maledette non si può tacere.
A priori i dirigenti dell'Anas andrebbero denunziati alla A.G. per il reato di "attentato alla sicurezza dei trasporti" a causa delle condizioni del fondo stradale,dei ripristini mal fatti e di tanti altri problemi che integrano il reato anzi menzionato. L'elenco sarebbe molto lungo, Di contro l'Anas ,a scarico di responsabiltà, ha ridotto i limiti di velocità a 70 kmh e 50 Kmh in certe zone e mi fermo qui per non inficiare eventuali indagini in corso.

La colpa dei sinistri è sempre poi dell'utente che viola tali limiti assurdi ! Intanto i comuni di Vizzini, Francofonte ed adesso Lentini fanno cassa con una vera "tassa sul passaggio" con i loro sistemi di rilevamento di velocità. Di fronte ai solerti "tutori del disordine" delle polizie locali possono verificarsi infrazioni gravissime senza che costoro battano ciglio o stiano tranquillamente leggendo il giornale nelle auto di servizio. Gli eccessi di velocità ed i sorpassi pericolosissimi sono quasi la regola e certi comportamenti dovrebbero essere sanzionati; tuttavia moltissimi comportamenti esecrabili sono provocati dalle lunghissime code causate da autocarri sovraccarichi che procedono anche a meno di 40kmh ,autocarri ed autopullmann accodati a distanze ravvicinatissime che impediscono sorpassi in tranquillità,trattori agricoli con rimorchi pesanti che potrebbero usare viabilità secondaria,grupponi di ciclisti in competizione tra loro occupando l'intera carreggiata, motociclisti che sfrecciano a velocità di molto superiori ai 120 kmh. etc. etc.

A fronte di sorpassi allucinanti, da suicidio, ed a tutto ciò che ho elencato cosa si oppone? I servizi con autovelox e simili (spesso occulti contro le norme di legge) delle polizie locali ed i pochi servizi della Stradale a corto di uomini e mezzi ed oberati da tanti compiti a loro delegati. I tempi di percorrenza(senza alternative) sono da quarto mondo, il costo di vite umane-negli anni- è divenuto altissimo. La classe politica che fa? Bela e pensa ai fatti propri, tanto loro viaggiano in auto che si fanno strada a colpi di luci blu e lampeggianti ( i politici di medio-basso livello) gli altri con scorta etc.

Non volevo essere prolisso, ma lancerei un appello agli altri utenti di queste strade maledette di produrre un documento con più firme per far intervenire l'A.G. quantomeno nei confronti dei vertici Anas per i reati che si possono ascrivere ai loro comportamenti omissori. O.G.
...