Benessere Dieta del gene magro

Dieta Sirt: il menu per dimagrire

Bruciagrassi

La dieta Sirt, o dieta del gene magro, è una delle diete più gettonate per perdere peso in maniera veloce e definitiva. Riguadagnando forma fisica, salute e benessere. Il programma alimentare è stato ideato da due medici nutrizionisti, Aidan Goggins e Glen Matten, che ne hanno anche fatto un manuale, Sirt, la dieta del gene magro. Ma cosa vuol dire dieta Sirt?

La dieta Sirt si basa sull’assunzione di cibi detti appunto Sirt nell’alimentazione quotidiana. Sono alimenti ricchi di sostanze nutritive speciali perché capaci di attivare I geni della magrezza che vengono stimolati dalla pratica del digiuno. Questi geni sono le sirtuine, dei regolatori del metabolismo che influenzano la capacità di bruciare grassi tra le altre cose.

I BENEFICI DELLA DIETA SIRT
Con l’introduzione dei cibi Sirt è possibile perdere oltre 3 chili già nella prima settimana e senza privazioni di alcun tipo. Gli alimenti freschi fanno già parte della nostra dieta quotidiana e quindi non sono difficili da reperire. In più, possono dar vita a piatti golosi che rendono la nostra dieta ancora più efficace perché piacevole e gustosa.

A trarre beneficio dalla dieta Sirt sono stati tanti vip negli ultimi anni, come Peppa Middleton, alcuni sportivi inglesi come il campione olimpico di vela Ben Ainslie, il pugile Anthony Ogogo, e modelle famose come Jodie Kidd. Persino la cantante Adele è passata dalla sua forma rotonda alla sua nuova siluette grazie alla dieta Sirt.

I CIBI SIRT DA METTERE A TAVOLA
I cibi Sirt che puoi inserire subito nel tuo piano alimentare sono i seguenti:
- Cioccolato: ma solo se ha almeno l’85% di cacao e non è trattato con alcali, le sostanze che riducono l’acidità ma riducono i flavonoidi cioè le sostanze che attivano le sirtuine.
- Peperoncino: soprattutto il Bird’s Eye (chiamato anche peperoncino thailandese) che è il più ricco di sostanze che attivano le sirtuine.
- Tè verde: aumenta la quantità di energia che bruciamo e contribuisce alla perdita di grassi. Meglio la varietà Matcha (con un po’ di succo di limone che migliora l’assorbimento dei nutrienti attivatori di sirtuine).
- Caffè: fino a 4-5 tazzine al giorno è un’ottima fonte di attivatori sirtuine e in più non apporta calorie, purché non si esageri con lo zucchero né si aggiunga il latte che riduce l’assorbimento dei nutrienti che attivano le sirtuine.
- Vino rosso: il Pinot nero in particolare contiene più resveratrolo degli altri, una sostanza che attiva le sirtuine. Ottimo anche utilizzato in cucina oltre che bevuto: i benefici non cambiano.
- Fragole: è la fonte più importante di fisetina, un attivatore di sirtuine. Puoi aggiungerle a tutti i tuoi piatti.
- Noci: mangiarne ogni giorno almeno tre come spuntino o utilizzate nei piatti contribuscono ad attivare la sirtuina.

PERCHÉ DEVI SEGUIRE LA DIETA SIRT
È provato che la dieta Sirt fa perdere almeno tre chili in una settimana perché, attivando le sirtuine, permette di bruciare grassi più velocemente. Visto che non si tratta di escludere cibi ma di integrarli questa dieta è anche facile e piacevole da seguire e ha numerosi vantaggi. Per esempio, non sconvolge le abitudini, è compatibile con tutti i regimi alimentari, non costringe a rinunce proibitive, non fa dimagrire la massa magra cioè i muscoli ma solo quella grassa, non fa riprendere i chili persi, non fa avvertire il senso di fame, non rovina la vita sociale, aiuta a tenere sotto controllo colesterolo e glicemia ed è anche approvata da tanti medici e nutrizionisti.
Oltre ai cibi elencati sopra, ecco altri alimenti che contengono sostanze in grado di attivare le sirtuine in abbondanza: olio extravergine di oliva, grano saraceno, vino rosso, noci, soia, cappero, cacao, prezzemolo, caffè, sedano, cavolo, radicchio rosso, rucola, cipolla rossa e datteri.

ESEMPIO DI MENU DIETA SIRT
Colazione: succo con cibi Sirt, quindi per esempio frullato di fragole oppure di mele e mirtilli (i mirtilli sono un altro alimento ricco di sirtuine
Spuntino: tre noci e una mela
Pranzo: pasta con pesto di cavoli
Merenda: macedonia di fragole e mirtilli
Cena: pesce al vapore con contorno di verdure