Benessere Frutta di stagione

Nutrizione, frutti autunnali: come dimagrire col melograno

Un frutto che può essere impiegato in molte ricette

Il melograno è un frutto tipico della stagione autunnale. Da un punto di vsita etimologico il suo nome deriva da malum termine latino che indica la mela e granatum ovvero semi. Ed in effetti non mancano le somiglianze con la mela, il melograno però presenta un colore rosso intenso e all'interno sono presenti i semi che prendono il nome di arilli. Il frutto ha origine in Asia, ma al giorno d'oggi lo si coltiva soprattutto nel'Europa mediterranea e in America.

Melograno: caratteristiche nutrizionali
Viene considerato una sorta di elisir di lunga vita. In effetti nella polpa succosa di questo frutto sono presenti molti elementi preziosi per la nostra salute. Tra i frutti autunnali può considerarsi quello più utile per perdere qualche chilo di troppo. Moltissimi sono i benefici che ci consentono di dimagrire grazie al consumo del melograno. All'interno sono presenti sostanze che promuovono la riparazione dei tessuti e la rigenerazione cellulare, oltre che in grado di contrastare i radicali liberi che sono causa del processo dell'invecchiamento. Nello specifico per quanto riguarda la pelle, il melograno sarebbe in grado di diminuire l'iperpigmentazione, ovvero le macchie e le rughe che segnano il volto col passare degli anni. Al melograno vengono riconosciute anche proprietà in grado di accelerare i metabolismo. Oltre a ciò, grazie alla presenza del potassio, possiede anche un effetto depurativo in quanto favorisce la diuresi e quindi può considerarsi un alimento che aiuta a liberarci da scorie e tossine. Possiede degli effetti benefici anche per la salute del cuore: in particolare contribuisce a diminuire il colesterolo a beneficio di quello buono, in tal modo previene le patologie cardiovascolari. La notevole presenza di tannini e polifenoli fa sì che questo frutto abbia anche proprietà antitumorali, in particolare nei confronti del tumore alla prostata e di quello al seno. Oltre ad essere molto ricco di antiossidanti, contiene anche vitamine e sali minerali, in particolare è notevole la quantità di vitamina C. Da un punto di vista calorico il frutto possiede circa 75 calorie, mentre 10 grammi di chicchi di melograno ci forniscono circa 65 calorie.

Dieta del melograno
Va scelto quello maturo, ve ne accorgete dal colore rosso vivo. Il frutto si presta a moltissimi impieghi in cucina per preparare ricette gustose. Lo si può usare ad esempio per le torte, ma anche come antipasto per accompagnare i secondi piatti, ad esempio per l'insalata di pollo ed è possibile frullarne i chicchi per farne una spremuta e quindi fare il pieno di anti-ossidanti. La dieta del melograno si accompagna ad altri alimenti poveri di carboidrati. Può essere seguita per tre giorni alla settimana. Riguardo alle indicazioni generali vanno evitate le bevande zuccherate e gli alcolici. Il sale invece andrà sostituito con le spezie. Si consiglia di associare alla dieta la pratica di un'attività fisica. Per cominciare va bene anche camminare a passo sostenuto per mezzora al giorno.

Dieta del melograno: schema di una giornata tipo
Colazione: un frullato di melograno accompagnato da frutta di stagione in alternativa dello yogurt bianco insaporito con i chicchi di questo frutto, oppure potete mangiarne i chicchi con qualche goccia di limone.
Spuntino a metà mattina: un melograno, va bene anche un centrifugato.
Pranzo: riso integrale o un'insalata di verdure miste con melograno.
Cena: insalata di pollo con chicchi di melograno.
Tuttavia va anche detto che questo frutto presenta qualche controindicazione: è sconsigliato ad esempio a chi soffre di acidità gastrica o ha problemi di reflusso gastro esofageo. E' sconsigliato anche ai pazienti diabetici mentre chi sta assumendo farmaci anticoaugulanti prima di consumare del melograno dovrebbe chiedere il parere al proprio medico.