Benessere Dieta ipocalorica

Dieta militare per perdere peso in 3 giorni

Perdere fino a 4,4 chili in una settimana

La dieta militare è un regime alimentare restrittivo che prevede la perdita di peso in tempi brevi. In particolare rientra tra le diete ipocaloriche, in quanto è povera di grassi e ricca di proteine. Proprio perché si tratta di un regime alimentare ipocalorico può essere seguito solo per tre giorni, terminati i quali vanno reintrodotti gli alimenti momentaneamente accantonati, pur senza eccedere nel consumo di carboidrati e zuccheri. Questa dieta che arriva dagli Stati Uniti, si chiama così proprio per indicare l'estrema rigidità che punta a un dimagrimento rapido. Fondamentalmente prevede l'associazione di alcuni alimenti che sarebbero in grado di stimolare il metabolismo e quindi ci aiuterebbero a bruciare più calorie, in particolare attraverso il processo della termogenesi che brucia i grassi. Fondamentalmente quindi si diminuisce l'introito calorico per dimagrire. Questa dieta permetterebbe di perdere fino a 4,4 chili in una settimana, e non ci sarebbe neanche bisogno di accompagnarla con la pratica di un'attività fisica. In realtà la dieta militare e diete simili suscitano perplessità da parte dei nutrizionisti perché il dimagrimento rapido che si può ottenere deriva dalla perdita dei liquidi e non della massa adiposa e quindi del grasso. Inoltre anche l'inserimento nel programma dimagrante di un alimento come i wurstel non può non destare qualche dubbio.

Dieta militare: caratteristiche
La dieta militare consta di tre pasti principali e va seguita per tre giorni consecutivi. Una volta terminata è possibile introdurre nuovamente alimenti fondamentali, quali legumi e cereali integrali. Durante la dieta è anche importante bere molto, almeno due litri di acqua al giorno. Prima di intraprenderla è imprenscindibile il parere del proprio medico.

Dieta militare: schema dei tre giorni
Primo giorno
Colazione: caffè o tè senza zucchero, mezzo pompelmo e una fetta di pane tostato con burro di arachidi.
Pranzo: una scatoletta di tonno al naturale, una fetta di pane tostato, un caffè.
Cena: carne magra accompagnata da fagiolini e un frutto a scelta, preferibilmente una mela piccola o mezza banana e due palline di gelato alla vaniglia.

Secondo giorno
Colazione: un uovo sodo, una fetta di pane tostato, e mezza banana e un caffè a fine pasto.
Pranzo: una porzione abbondante di fiocchi di latte accompagnati da 5 cracker integrale e un caffè.
Cena: due wurstel, una porzione abbondante di broccoli e una più piccola di carote e due palline di gelato alla vaniglia.
Terzo giorno
Colazione: 5 cracker integrali, una porzione piccola di formaggio cheddar o emmenthal, una mela piccola e un caffè.
Pranzo: un uovo sodo accompagnato da una fetta di pane tostato.
Cena: due scatolette di tonno accompagnati da verdure a scelta mezza banana o mezzo melone e due palline di gelato alla vaniglia.