Attualità Londra

Londra, uno sciclitano alla corte di Cartier

Vincenzo Santospagnuolo, 23 anni

Londra - Il 21 Ottobre la maison Cartier ha celebrato al Chiltern Firehouse di Londra, il centodiciassettesimo anno di presenza nella città del Tamigi, con la presenza di numerose stelle del palcoscenico musicale internazionale, ma anche i grandi del piccolo schermo e del design. Mulligan, Mary McCartney e Grace Wales Bonner sono stati tra gli ospiti di una cena divertente e intima.

Segnaposto realizzati con i biglietti degli autobus di Londra, crumble di mele e mora, mentre il set da cucina di sale e pepe prendeva la forma della celebre cabina telefonica rossa, tributi ironici e iconici che hanno segnato il linguaggio della maison sin dal suo arrivo nel 1902 su invito di Re Edoardo VII.
Fu allora che, dopo cena, un banditore londinese in completo rosso Cartier chiamò gli ospiti nel bar del Firehouse per assistere a spettacoli di Rita Ora e Grace Carter prima di ballare tutta la notte sul set di Mark Ronson. Per coloro che erano alla ricerca di un momento più tranquillo, il bar segreto dell'hotel era a disposizione per dispensare Martini e sacchi di caramelle.
Facciamo una piccola sosta al bar, per spiegare l’ormai noto esodo dei siciliani in terra londinese, in perfetto stile anti Brexit.
Lo sciclitano Vincenzo Santospagnuolo ha soli 23 anni, e vanta di un’esperienza nella capitale britannica non indifferente.
Nel 2016 termina gli studi e si diploma, capisce subito che i libri non sono la sua passione, preferisce il lavoro, la gente e ama la musica.
Ha l’opportunità di ricevere delle nozioni base sul mondo della cockteleria e l’entusiasmo per questo lavoro lo portano a frequentare un corso intensivo di tre mesi presso il Meeting place academy di Roma, una scuola di formazione per Barman.
In seguito a tale preparazione ottiene il suo primo lavoro in un noto Bar di Scicli, qui apprende tecniche nuove e la voglia di spingersi oltre.
Nel Gennaio del 2018 prepara le valigia e parte per Londra, consegue in poco tempo un posto alla miscelazione dello Sky Garden al 35° piano del 20 Fenchurch Street, il grattacielo della City conosciuto anche come Walkie-talkie.
Da questo momento in poi Vincenzo inizia la sua giovane ascesa al mondo del lavoro e alle opportunità della City.
La ricerca sul lavoro lo spinge a scoprire nuove possibilità, così lavorerà come Bartender all’Aqua Shard e nel giugno del 2019 arriva alla Chiltern Firehouse ed in soli tre mesi ottiene la promozione come Senior Bartender.
Da Scicli a Londra, da piazza Carmine al Chiltern Firehouse, dagli Sciclitani a Cartier è un attimo.
Che dire, poco male per un ragazzino che in meno di due anni si è fatto strada nella giungla lodinese.
Determinazione, passione per il lavoro e voglia di riuscire a creare qualcosa di buono sono le basi per portare avanti i sogni.
Boris Johnson, noi siciliani non temiamo né te nel il tuo biondo. Pallido.