Cronaca Caltagirone

Lei lo lascia, lui le brucia l'auto. Ma la telecamere lo filmano. VIDEO

Una persecuzione durata tre anni

Caltagirone - Insieme a due complici avrebbe appiccato il fuoco all'auto della sua ex convivente, una Opel Agila dalla quale ha una figlia piccola, che perseguitava da tre anni per avere interrotto la loro relazione. Le fiamme divampate nella notte del 22 ottobre scorso in via Martoglio a Caltagirone, hanno distrutto anche un'altra vettura, un Fiat Panda che era parcheggiata accanto.

E' l'accusa contestata dai Carabinieri del Comando provinciale di Catania a un 34 enne di Caltagirone, G.M., che è indagato per atti persecutori e danneggiamento seguito da incendio aggravato. Quest'ultimo reato è stato contestato anche ai due suoi complici, N.S., 32 anni e G.S. di 27. Nei loro confronti il gip ha disposto il divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa e l'obbligo di dimora nel comune di residenza. La svolta nelle indagini è arrivata dai video di telecamere di sorveglianza di un distributore Agip, in via Cristoforo Colombo a Caltagirone in cui si vedono i tre riempire di benzina una bottiglia di plastica, e di quella vicino casa della vittima che li inquadra mentre appiccano il fuoco.

Grazie alle telecamere collocate nei pressi di via Gornalunga, si vedono nitidamente inquadrati due soggetti (G.M. – esecutore materiale – e G.S., ossia colui che consegna la bottiglia con il liquido infiammabile e l’accendino) avvicinarsi alla Opel Agila, darle fuoco e fuggire via. Fiamme che purtroppo si propagheranno alla Fiat Panda parcheggiata proprio davanti l’auto della vittima predestinata e che distruggeranno entrambe le autovetture nonostante l’intervento dei pompieri.