Sanità Modica

Razza a Ragusanews: scongiurato l’ammutinamento degli anestesisti

E dire che a Ragusa ci sono 17 anestesisti...

Modica - L’Ospedale di Modica paga a carissimo prezzo la carenza di medici anestesisti. Solo 6 camici bianchi a fronte dei 13 previsti dalla pianta organica per assistere tutta l’attività chirurgica. Eppure l’anestetista è l’imbuto finale dove scorrono le innumerevoli incombenze non risolvibili nei reparti. La Sicilia ne cerca 300, sperando in una rinnovata vocazione professionale.

A Modica la situazione è al collasso. Hanno rinunciato quest’anno anche alle ferie per assicurare impegno e mestiere, per mascherare una situazione che loro stessi pensavano fosse momentanea. Impossibile proseguire con questo ritmo e dare risposte all’attività ospedaliera del “Maggiore”. Il risultato di questa pressione è la riduzione di tutte le attività operatorie in elezione, visto che le urgenze o le terapie intensive non possono ovviamente essere penalizzate. Le liste di attesa si sono allungate, con ovvie conseguenze sull'assistenza. Eppure l’anestetista è il gestore della sala operatoria, cioè chi organizza l'attività chirurgica.
Ruggero Razza, l’Assessore alla sanità della Regione, durante la sua visita a Scicli per l’inaugurazione del centro satellite dell'Irccs di Messina Bonino Pulejo sabato scorso, ha fatto appello alla direzione dell’azienda sanitaria per risolvere il problema, adottando tutte le logiche misure a disposizione dell’azienda.
Cosa significa “logiche misure” nel vocabolario dell’Assessore Razza? Forse che nell’Ospedale di Ragusa ci sono in servizio 17 anestesisti e la difficoltà è quella di trasferirne qualcuno a Modica?