Cronaca Milano

Incendio in un villino sui Navigli, morti due fidanzati

Morti due giovani di 29 e 27 anni

Milano - Due giovani di 29 e 27 anni sono morti, a Milano, nell’incendio del sottotetto di una villetta di due piani divampato, nella notte tra giovedì e venerdì, nella zona dei Navigli, al civico 156 di Alzaia Naviglio Grande. Quando i vigili del fuoco hanno spento il rogo, hanno trovato i corpi di un uomo e di una donna: hanno tentato di rianimarli, ma inutilmente: erano già morti. Uccisi dalle fiamme e dal fumo. Una terza persona, invece, si è salvata e non ha avuto bisogno di cure mediche.

Il tragico incendio sarebbe partito, intorno alle tre e mezza, dal secondo piano della villetta, mentre le due giovani vittime stavano dormendo profondamente al piano terra. Le fiamme potrebbero essere state innescate da un corto circuito, avvenuto nel sottotetto, perché sembra che nell’abitazione fossero in corso dei lavori di ristrutturazione.

Secondo le prime informazioni del 118, la coppia sarebbe stata sorpresa nel sonno e sarebbe morta sia per l’intossicazione sia per le ustioni. Si tratta di una donna di 27 anni e di un uomo di 29. Una terza persona, parente della giovane, di 59 anni, non ha invece avuto bisogno di cure mediche. L’autorità giudiziaria ha demandato gli accertamenti tecnici al Comando provinciale dei vigili del fuoco mentre le indagini sono a cura dei carabinieri.