Attualità Ragusa

Ragusa-Catania, lo Stato compra il progetto dal privato

La promessa del grillino Cancelleri

Ragusa - La sintesi la fa il sindaco di Ragusa Peppe Cassì: "Confermata l’acquisizione del progetto da privato a pubblico, con Anas che verserà alla Sarc circa 40 milioni di euro.
Il Viceministro Giancarlo Cancelleri ha assunto degli impegni precisi: il 27 novembre riunione del Cipe; tra l’8 e il 9 dicembre il Pre-Cipe ed entro Natale la approvazione del Cipe. 367 milioni già disponibili, altri 533 che Cancelleri conta di recuperare tramite la rimodulazione di fondi regionali al momento stanziati su altre opere: “un’anticipazione”, ha sostenuto, che sarà rifinanziata dallo Stato alla Regione nel 2020. L’assessore regionale Marco Falcone ha chiesto però che questo rifinanziamento venga garantito per legge, sin dalla prossima finanziaria".

Sarà l'Anas a comprare il progetto della Ragusa-Catania «rendendo l’opera completamente pubblica, e quindi senza pedaggio, e permettendo così di inserirla tra le opere strategiche e nello Sblocca cantieri. Tutto ciò voglio farlo entro la fine di questo anno».

Il vice ministro delle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri al termine di un incontro al Comune di Ragusa con i sindaci dei territori interessati, l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone e i vertici di Anas, ha tracciato la strada. 

"Il mio primo obiettivo è portare a termine la fase di assegnazione delle somme per la realizzazione della Ragusa-Catania attraverso la delibera Cipe. Anas comprerà il progetto, evitando così di vanificare il lavoro fatto fino a questo momento, rendendo l’opera completamente pubblica, e quindi senza pedaggio, permettendo così di inserirla tra le opere strategiche e nello sblocca cantieri. Tutto ciò voglio farlo entro la fine di questo anno. Nel prossimo incontro spero di poter portare la delibera Cipe approvata per poter festeggiare finalmente una vittoria di tutto il territorio".