Benessere Dieta di stagione

Pere: un frutto autunnale che ci aiuta a dimagrire

Le proprietà dimagranti delle pere

Pere: un frutto autunnale che ci aiuta a dimagrire

Questo delicato frutto autunnale è un prezioso alleato per chi ha qualche chilo di troppo e quindi vuole tornare in forma. Le pere infatti, frutti tipici dell'autunno ma comunque reperibili per gran parte dell'anno, oltre ad essere gustose, possiedono interessanti proprietà per la salute.

Pere: proprietà
Si tratta di un frutto indicato per chi vuole dimagrire, in quanto possiedono pochissime calorie: circa 60 a porzione. Questo dolce frutto ha anche proprietà dimagranti. Ad evidenziarlo è uno studio condotto dalla Louisiana State University pubblicato sulla rivista Nutrition and Food Science, secondo cui il consumo di questo frutto riuscirebbe a diminuire del 35% il rischio di diventare obesi. Inoltre è un alleato della dieta perché con questo frutto risulta più facile dimagrire, soprattutto con un effetto a lungo termine. Lo studio ha preso in esame un campione eterogeneo di più di 24mila volontari diversi per età, peso, abitudini a tavola, la pratica o meno di un'attività fisica. Tutti però erano accomunati dal consumo di almeno una pera al giorno. Lo studio quindi ha evidenziato che a prescindere da ciò che si mangia e dallo sport praticato, la pera in ogni caso aiuta a dimagrire. Ovviamente ciò non ci deve far sentire autorizzati a mangiare qualsiasi cosa, perché la pera di per sè non può fare miracoli se seguiamo una dieta squilibrata, povera di nutrienti utili per il nostro organismo. Ad esempio risulta evidente che non può nulla se ci rimpinziamo ogni giorno di cibo spazzatura, fritti e cibi ipercalorici. Riguardo ai benefici, le pere, come detto, possiedono poche calorie, circa 60 e 5.7 g di fibra, oltre che la vitamina C e il magnesio e il potassio a livello di sali minerali. Le pere inoltre migliorano la pressione arteriosa. Ed è proprio l'elevato apporto di fibre che stimola la digestione e aumenta il senso di sazietà. Le fibre, oltre che regolare il transito intestinale, depurano anche l'organismo dalle tossine e dai liquidi in eccesso. Insomma con le pere si dimagrisce senza patire la fame!

Dieta della pera: esempio di menù quotidiano
E' preferibile consumarle mature perché risultano più digeribili e non vanno a pesare sullo stomaco. In frigo possono conservarsi anche per 5 o 6 giorni in un sacchetto di carta. Vanno poi lasciate circa mezza giornata a temperatura ambiente prima di consumarle.
Colazione: uno yogurt bianco, una tazza di tè verde e della pera tagliata a pezzetti.
Come spuntino di metà mattina potete concedervi una bevanda molto gustosa: un frullato di latte, meglio se parzialmente scremato, con una pera e delle foglioline di menta.
Pranzo: riso integrale con pera e pinoli.
Cena: petto di pollo con contorno di pere, noci e rucola. Come dessert dopo cena vi suggeriamo della pera cotta con pochissimo miele. Non dimenticate di bere almeno due litri di acqua al giorno, anche tisane e infusi vanno bene per depurare l'organismo e quindi favorire il dimagrimento. Si tratta di un regime dietetico fortemente restrittivo, per cui prima di iniziarlo consultatevi col vostro medico.

Curiosità: modi di dire
E' nota l'espressione non far sapere al contadino quanto è buono il formaggio con le pere. Sin dal Medioevo era diffuso questo accostamento riservato però alla classe più elevata dei nobili. Il formaggio sic et simpliciter costituiva per i contadini un alimento di sostentamento in una dieta povera di proteine. Per arrivare alle tavole delle classi abbienti andava quindi per così dire nobilitato. Per significare la distanza tra la cucina alta e la cucina bassa, il formaggio fu quindi aristocratizzato dalle pere. Insomma questo modo di dire sottende la rappresentazione di una differenza di classe tra i nobili e i contadini.


© Riproduzione riservata