Attualità Scicli

La ferratura a Scicli, Fidone, 70 anni di mestiere

Antichi mestieri

  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-12-2019/1575547046-la-ferratura-a-scicli-fidone-70-anni-di-mestiere-1-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-12-2019/1575547047-la-ferratura-a-scicli-fidone-70-anni-di-mestiere-2-500.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-12-2019/la-ferratura-a-scicli-fidone-70-anni-di-mestiere-100.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-12-2019/1575547046-la-ferratura-a-scicli-fidone-70-anni-di-mestiere-1-240.jpg
  • https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-12-2019/1575547047-la-ferratura-a-scicli-fidone-70-anni-di-mestiere-2-240.jpg

Scicli - Quando negli anni ’50- ’60 l’animale rappresentava la forza motrice ancora prevalente per svolgere la maggior parte dei lavori agricoli e non solo, a Scicli Don Peppino Fidone, maniscalco di professione, già era molto conosciuto ed apprezzato per le sue capacità professionali che andavano oltre la perfetta ferratura. Veniva chiamato il dottore in quanto riusciva a correggere con la ferratura le anomalie nell’andatura degli animali, per questo molte persone venivano a Scicli, anche da lontano, perché lo ritenevano uno dei migliori maniscalchi della Sicilia.

Dopo tanto lavoro arriva la pensione e come normalità comanda tutti abbandonano gli attrezzi del mestiere, anche Don Peppino lascia l’attività per un certo tempo ma, come a voler sfidare il peso degli anni qualche estate fa, ritorna nuovamente a battere sull’incudine il ferro rovente. Sente ancora il desiderio di fare la ferratura questa volta però per raccontare la sua vita. Il diploma di maniscalco a Pinerolo durante il militare, il lavoro, la famiglia, i figli, gli amici, i suoi concittadini il ricordo di una storia che ancora vorrebbe continuare. Affascinato della sua bella attività sente che oramai non ha le forze, avverte che questa sarà l’ultima battitura del ferro incandescente, pensa allora di lasciare a tutti un ricordo, ai giovani il suo insegnamento e gli attrezzi del suo mestiere.