Cronaca Modica

Il tesoro di Peppe Lucifora

Eredità, lasciti, donazioni

Il tesoro di Peppe Lucifora

Modica - Si scava ancora sull’omicidio di Peppe Lucifora, il cuoco modicano 58enne ucciso un mese fa in circostanze misteriore nella sua casa al quartiere Dente, a Modica. Il fatto investigativo nuovo, su cui gli inquirenti stanno concentrando le loro attenzioni, è la titolarità di conti correnti e titoli postali per centinaia di migliaia di euro, i cui documenti sono stati rintracciati nell’abitazione del 58 enne.

Un tesoretto inatteso e imprevedibile, sul quale gli inquirenti indagano per capire quale sia la sua provenienza, atteso che il cuoco viveva con lo stipendio da impiegato dell’azienda sanitaria e come prestatore di catering per banchetti privati. Eredità, lasciti, donazioni, finiti sul conto corrente di Peppe. Elementi che porterebbero l'indagine a individuare un nuovo possibile movente, oltre a quello sentimentale. 

Le risposte potrebbero essere rintracciate anche in quel mondo clericale che conosceva molto bene la personalità di Peppe e del quale Peppe si fidava ciecamente. Un risvolto che potrebbe allargare il perimetro d'indagine dell’omicidio.


© Riproduzione riservata