Attualità Catania

Difesa: Nessun drone che ha ucciso Soleimani da Sigonella

C'era stato un preallerta

Catania - Sigonella non è stata la base di partenza dei droni americani che hanno ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa in una nota in risposta alle polemiche che avevano aperto la giornata. “In merito alle notizie apparse su alcuni organi di informazione relative all’ipotesi di partenza di droni dalla base aerea di Sigonella per l’operazione che ha portato all’uccisione del generale iraniano Soleimani, la Difesa – si legge in una nota – smentisce categoricamente anche alla luce delle ottime relazioni e contatti con la controparte militare americana presente sul territorio italiano”.

A riaprire la polemica sull’uso dello spazio aereo italiano e delle basi distribuite nella Penisola, era stata la decisione americana di preallertare le proprie truppe di stanza a Vicenza che potrebbero essere dispiegate in Libano a difesa dell’ambasciata Usa a Beirut, nel timore di rappresaglie. E puntuali si erano alzate le barricate sul ruolo strategico dell’Italia e di hub come Sigonella nelle crisi che hanno il Mediterraneo come epicentro o immediato hinterland.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1594547495-3-tayaran-jet.jpg