Lettere in redazione Ragusa

Sindaco Cassì, anche il nuoto è sport

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Ragusa - Gentile redazione, vi scrivo per segnalarvi una situazione che tocca migliaia di sportivi ragusani ma che sembra non interessare a nessuno, ovvero l’apertura a singhiozzo della Piscina comunale e la qualità assolutamente carente dei servizi offerti (offerti ovvero profumatamente pagati).

Frequento la piscina da tanti anni ma non ho mai riscontrato una situazione così grave: a cadenza quasi bimestrale l’impianto sportivo viene chiuso per un motivo o per un altro, sempre per problemi burocratici o di manutenzione.
Subito prima delle feste ci è stato impedito di allenarci praticamente per una settimana, dal lunedì al giovedì, giovedì che è poi diventato venerdì, pur pagando regolarmente il mensile. Alle nostre rimostranze ci è stato detto che non dipendeva da nessuno perché era in corso un cambio della guardia, ovvero della società di gestione.
A queste chiusure dovute a motivi burocratici (davvero inevitabili? Non possono essere risolti durante l’estate?) si aggiungono quelle dovute alla manutenzione che, ci dicono, essere sempre straordinaria.

Non sono un esperto ma anche questo non mi sembra normale: chiunque si occupi della gestione di un immobile sa bene che quella straordinaria deve appunto essere una tantum, ogni tanto, in via del tutto eccezionale. Se viene fatta così spesso mi sorge il dubbio che ci sia un problema con quella ordinaria, per la quale sicuramente si spendono soldi pubblici, visto che l’impianto è comunale. In cosa vengono spesi?

Il problema più grave riguarda le docce: da ottobre la sera (ma ultimamente anche durante la giornata, mi è capitato anche di mattina) l’acqua delle docce è fredda. Abbiamo segnalato il problema infinite volte, le società rispondono che non possono farci niente e che dipende dal comune ma quando lo segnaliamo al comune nessuno fa niente per risolverlo.
Un mesetto fa il Sindaco Cassì (che ha trattenuto per se' la delega allo sport), che proprio lo sport aveva messo al centro della campagna elettorale, si vantava su Facebook di aver ospitato squadre provenienti da tutta la Sicilia per le gare Master: quello che il primo cittadino non sa o non dice è che tutti questi atleti, dopo aver pagato di tasca propria le tessere per usare docce e asciugacapelli, non ne hanno potuto usufruire perché l’acqua era gelida. Altro che la grande ospitalità citata dal Sindaco: abbiamo rimandato a casa atleti ospiti col cloro ragusano appiccicato addosso! Gran bella figura per Ragusa e lo sport ragusano!
Stamattina l’ultima, dopo le feste: la piscina è chiusa per un guasto (l’ennesimo) all’autoclave e all’impianto di riciclo dell’acqua. Chiusa fino a data da destinarsi.
Non si potevano sfruttare i giorni in cui è stata chiusa per burocrazia a dicembre per dare una sistemata, visto che ci lamentiamo da mesi?
Nel frattempo noi utenti paghiamo abbonamenti completi e quando lo facciamo presente alle società loro rispondono che abbiamo ragione ma che anche loro sono vittime di questa mal gestione: anzi, ci dicono che da gennaio il costo delle corsie da pagare al comune aumenterà del 20% ma che se lo assumeranno interamente senza farlo ricadere sui nostri abbonamenti. 

Infine, qualche mese fa leggevo (sempre dalla pagina Facebook del Sindaco) di contributi o finanziamenti regionali destinati alla piscina ma che a quanto pare sono destinati a pannelli fotovoltaici.
Forse in Municipio qualcuno dovrebbe chiedersi se abbia senso metterli su una struttura che cade a pezzi e che avrebbe bisogno semplicemente di un po’ di manutenzione ordinaria e soprattutto di meno menefreghismo a maggior ragione da chi si vanta di essere paladino dello sport.
Vi ringrazio per l’attenzione e spero che questa lettera possa gettare luce su un problema che riguarda migliaia di sportivi ragusani.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1584390649-3-toys-in.png