Giudiziaria Vittoria

Cuginetti investiti e uccisi da suv: giudizio immediato per Rosario Greco

Deve rispodere di duplice omicidio stradale

Vittoria - Era ubricaco e drogato. 

Duplice omicidio stradale aggravato dall'alterazione psicofisica dovuta all'utilizzo di sostanze alcoliche e stupefacenti.

Sono le e accuse per le quali il 20 marzo il giudice Andrea Reale ha chiamato in udienza Rosario "Saro" Greco, l'uomo che l'11 luglio 2019 era alla guida del suv che ha falciato e ucciso i due cuginetti undicenni Simone e Alessio D'Antonio. 

I bambini stavano giocando davanti alla porta di casa a Vittoria, quando il suv li ha travolti uccidendo sul colpo Alessio e riducendo in fin di vita Simone, deceduto al policlinico di Messina dopo qualche giorno di agonia, dopo aver subito l'amputazione degli arti inferiori. L'udienza e' stata fissata davanti al tribunale di Ragusa in composizione collegiale su richiesta di giudizio immediato formulata dal procuratore capo di Ragusa, Fabio D'Anna.