Giudiziaria Modica

Incidente mortale per Yuliya, arrestato Thomas

Era ubriaco

Modica - Tomas è stato arrestato e posto ai domiciliari, in ospedale, dove è ancora ricoverato. 

Il lituano 41enne, residente a Lentini, sposato, padre di due figli, commerciante di auto usate da trasferire nell'est Europa, è stato ritenuto colpevole di omicidio stradale dalla Procura della Repubblica di Ragusa. 

Come rivelato da Ragusanews, Tomas aveva un tasso alcolemico sei volte superiore a quello consentito dalla legge quando alla guida della sua auto è andato a sbattere contro un muro, uccidendo l'amica Yuliya Ivantes, 44 anni, anche lei ucraina, sposata con un anziano professore di Modica.  Yuliya lavorava in un centro estetico alla periferia della città e lunedì sera aveva trascorso una serata in vineria con l'amico. Tomas, alzatosi dal tavolo, barcollava e a stento si reggeva in piedi. 

La salma di Yuliya è stata sequestrata giovedì, dopo il funerale, su ordine del magistrato per l'esame autoptico. I familiari aspettavano di imbarcare la bara per la cremazione in Ucraina, ma quest'ultima esequia sarà rinviata a data da destinarsi.

Le esequie nella chiesa della Madonna delle Lacrime, al quartiere Sacro Cuore di Modica. A darle l'ultimo saluto tanti amici e conoscenti. Lunedì sera era a bordo di una BMW serie 3 condotta dal connazionale quando l'auto, per l'eccessiva velocità, ha preso in pieno un muro di recinzione che delimita la carreggiata. Per la donna non c'è stato nulla da fare.

Alla guida c'era Tomas, che si trova ricoverato all'ospedale di Ragusa, ora in stato di arresti domiciliari. E' incriminato per omicidio stradale.