Sanità Soluzione gattopardesca?

Concorso medicina. Fermi tutti, abbiamo sbagliato i conti

La Commissione ammette l'errore

Modica - Concorso medicina, contrordine. Assomiglia ad un pasticcio il concorso di Medicina al “Maggiore” di Modica. Un mero errore materiale di calcolo nei singoli punteggi ammesso dalla commissione che ha esaminato i candidati alla selezione per scegliere il Direttore dell’Unità operativa complessa dell’Ospedale modicano. Il caso è aperto. Non sarà certamente questo l’epilogo della vicenda perchè il filone avrà, presumibilmente, altri sottotraccia.

Un errore, come recita il verbale della Commissione, a conclave a Ragusa  per rideterminare titoli e punteggi di ciascuno i partecipanti.

Tutto era nato a seguito di una richiesta di accesso agli atti del dottore Raffaele Schembari, candidato arrivato secondo nella prima graduatoria. Schembari ha chiesto di  rivalutare i conteggi, non convinto dell’esatta determinazione dei titoli e la Direzione Generale dell’Asp ha rimesso tutto nella mani della Commissione.

Il dottore Raffaele Schembari, così, a seguito del ricalcolo, si è piazzato al primo posto totalizzando un punteggio di 68,94, praticamente lo stesso della prima graduatoria. Il dottore Gaetano Cabibbo, invece, a seguito della rivalutazione dei punteggi, è retrocesso al secondo posto in  graduatoria totalizzando il punteggio di 62,77, anzichè 71,98 come evidenziato nella prima graduatoria.

Adesso si attende il provvedimento formale di approvazione del Direttore Generale, sulla base dell’art.7 del regolamento aziendale e richiamato nella delibera del 31 ottobre scorso, in virtù della quale si procederà alla dichiarazione di conferimento dell’incarico al soggetto che ha ottenuto il maggiore punteggio.