Attualità Contagio

Coronavirus, il misterioso virus cinese, si trasmette da uomo a uomo

Quali sono i sintomi e come viaggiare sicuri

Un team di esperti della National Health Commission cinese ha confermato che il nuovo 'misteriosò coronavirus si trasmette da persona a persona, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa cinese Xinhua, che cita il capo del panel di studiosi, Zhong Nanshan.
Nel sud del Paese si sarebbero dunque verificati due casi di trasmissione uomo-uomo del coronavirus, in particolare nella provincia del Guangdong. Il virus provoca una malattia simile alla polmonite, con sintomi tra cui febbre e problemi respiratori.

Quali sono i sintomi e come viaggiare sicuri

È simile al virus della Sars (sindrome respiratoria acuta grave), che tra il 2002 e 2003 seminò 8 mila contagi e 775 morti, e della Mers (sindrome respiratoria medio orientale) che dal 2012 al 2019 ha contato 2.500 casi e 858 morti, in prevalenza nella penisola arabica. I coronavirus sono così chiamati per la forma a coroncina, colpiscono uomini e animali. Vengono veicolati all’uomo da ospiti intermedi che per la Mers sono stati i cammelli, per la Sars forse lo zibetto. Finora il 2019-n-CoV è stato associato a circa 200 casi confermati e 3 morti. Le autorità cinesi affermano che «non è possibile escludere del tutto la trasmissione interumana» visto che si sono verificate infezioni all’interno di una stessa famiglia ma tutte avevano frequentato il mercato del pesce.

L’Italia è in pericolo?
Secondo il centro di controllo per le malattie infettive europeo (Ecdc), il rischio di importazione e diffusione del nuovo virus in Europa e Italia è estremamente limitato. La stessa agenzia però ricorda che è imminente la celebrazione del Nuovo Capodanno Cinese e aumenteranno gli spostamenti di viaggiatori all’interno della Cina e verso l’Europa. Gli Stati Uniti sono partiti con screening a tappeto sui passeggeri in arrivo da quella zona. Come previsto dal regolamento sanitario internazionale, all’aeroporto di Fiumicino è in vigore una procedura gestita dagli uffici di sanità aerea che prevede il monitoraggio di eventuali passeggeri con sintomi sospetti in arrivo col volo diretto Wuhan-Roma della China Southern Airline, trisettimanale, e con i voli indiretti di altre compagnie. L’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani è pronto a tutte le procedure per eventuali emergenze compresi diagnosi e isolamento dei pazienti nello speciale reparto già utilizzato per pazienti con virus Ebola.

Quali sono i sintomi della malattia?
Sono sintomi respiratori quindi febbre, tosse, raffreddore, mal di gola, grave affaticamento polmonare. Bisogna prendere in considerazione la possibilità del contagio solo se sono stati effettuati viaggi in Cina. La malattia si cura come i gravi casi di influenza con terapie di supporto, ma al contrario dell’influenza non ci sono farmaci né vaccini specifici. Il ministero della Salute ha pubblicato sul sito www.sanita.it tutte le informazioni.