Giudiziaria Ragusa

Donna ucraina, a che ora è morta Larysa?

Tanti dubbi

Ragusa - Qualcosa non torna. 

Nelle dichiarazioni rese agli inquirenti dal marito della donna ucraina di 62 anni, Larysa Lisenko, trovata morta domenica scorsa proprio dall’uomo nella sua abitazione di Ragusa, ci sarebbero delle incongruenze. 

Non corrisponde l’ora della morte con quella in cui il coniuge ha chiamato i soccorsi.  Per questo il Sostituto Procuratore della Repubblica, Marco Rota, ha deciso di aprire un’inchiesta. 

La Squadra Mobile intervenne alle 12,30 nella casa di Via Carmine mentre i soccorsi furono chiamati un’ora prima. L’ora del decesso sarebbe ancora precedente. La posizione in cui è stato trovato il corpo non ha convinto, peraltro, i sanitari del 118. Fondamentale sarà l’autopsia. L’abitazione è ancora sotto sequestro.