Attualità Virus

Coronavirus e psicosi, da un anno boom di turisti cinesi in Sicilia

Ma non ci sono voli diretti

Palermo - Coronavirus. I turisti cinesi sono in crescita nell'ultimo anno in Sicilia, tra le mete turistiche più gettonate da molti turisti orientali. Da quando il presidente cinese Xi Jinping ha visitato Palermo, la Sicilia è stata inserita in molti itinerari turistici, per questo vi è una grande affluenza. 

Rafforzati i controlli e aumentato il personale medico negli aeroporti di Fiumicino e Malpensa: questo ha deciso la task-force istituita dal ministero della Salute per affrontare la situazione relativa al coronavirus 2019 nCoV. Lo ha reso noto lo stesso ministero. "Sono state rafforzate le dotazioni di personale medico e infermieristico e intensificati i controlli negli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Malpensa dove tutto procede regolarmente", si legge nella nota del ministero. "Al momento - si rileva -tutti i casi sospetti segnalati in Italia si sono rivelati infondati".
Della task force fanno parte rappresentanti di Istituto Superiore di Sanità (Iss), Istituto Spallanzani, organizzazioni di medici e infermieri, Nas, sanità militare, oltre ai direttori generali del ministero della Salute.

L'OMS. E' stato registrato in Vietnam il primo caso di trasmissione del corona virus 2019-nCoV da uomo a uomo finora avvenuto al di fuori della Cina. Lo rende noto l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). "Si tratta di un caso confermato in Vietnam, che non aveva precedenti di viaggio in nessuna parte della Cina, ma - si legge nella nota dell'Oms - era un familiare di una persona che aveva visitato Wuhan". Ciò, rileva l'organizzazione internazionale, "suggerisce un esempio di trasmissione uomo a uomo avvenuta in Vietnam".

Secondo la nota dell'Oms, sono finora 1.320 i casi confermati per il nuovo coronavirus 2019-nCoV a livello globale. Di questi, 1.297 casi sono stati segnalati in Cina, inclusa Hong Kong (5), Macau (2) e Taipei (3); sono 23 i casi confermati al di fuori della Cina, in 9 Paesi. Di questi, osserva l'Oms, "un caso confermato in Vietnam non aveva precedenti di viaggio in nessuna zona della Cina. Secondo le indagini preliminari, ciò costituisce una trasmissione da uomo a uomo all'interno di una famiglia".

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1594547495-3-tayaran-jet.jpg