Sanità Ragusa

Il pugno duro di Aliquò

Rescisso l'appalto di 352 mila euro

Ragusa - Pugno duro del manager dell’Asp, Angelo Aliquò, nei confronti della ditta affidataria della gestione del software del laboratorio analisi.
I gravi disservizi segnalati dai laboratori analisi e dai reparti ospedalieri, che avevano creato serie criticità sia per gli utenti che per gli operatori della sanità in concomitanza con l’avvio del nuovo sistema e vale a dire dal 2 dicembre scorso, sono costate care alla ditta che si era aggiudicata l’affidamento della fornitura di software per la gestione dei Laboratori analisi e dei servizi di Medicina Immuno-Trasfusionale per un importo di 352.580,00 Iva compresa, per la durata di 5 anni.

La risoluzione contrattuale tiene conto dei numerosi disservizi e delle intervenute criticità che avrebbero potuto avere conseguenze anche gravi, oltre al rallentamento di ogni processo di accettazione e ricerca anagrafica.
Un segnale forte e chiaro, una piena assunzione di responsabilità amministrativa, quella che arriva dal timoniere dell’Asp Aliquò, che fa il paio con un’altra roboante risoluzione che lo stesso manager operò nei confronti della ditta friulana che si era aggiudicata l’appalto per le pulizie negli ospedali iblei. In quella circostanza l’importo dell’appalto era di circa 32 milioni di euro.


© Riproduzione riservata