Attualità Ragusa

Un fiuto eccezionale per il tartufo. Un disegno di legge a Ragusa

Disegno di legge 496

Ragusa - Si è conclusa stamattina, all’auditorium San Vincenzo Ferreri di Ragusa Ibla, la due giorni del convegno dedicato alla valorizzazione del tartufo siciliano e al ddl 496 presentato all’ARS proprio in questa direzione, organizzato dall’Associazione Micologica Econaturalistica Tartufai Siciliani con il patrocinio della Camera di Commercio del Sud-Est e dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Un convegno molto partecipato e di carattere regionale durante il quale è emerso il quadro di un settore ancora di nicchia che può fare un salto in avanti affermandosi come nuovo comparto produttivo grazie a questa perla della gastronomia siciliana.
“Ma bisogna fare attenzione - ha detto l’on. Nello Dipasquale, primo firmatario del ddl - perché per tutelare e valorizzare il tartufo siciliano è necessario regolare tutti quegli aspetti che se non ‘controllati’ potrebbero mettere a rischio questo prodotto”.
“Ci siamo resi conto che il tartufo siciliano è presente in numerose zone dell’Isola e comincia ad essere sempre più conosciuto, ma rimane comunque una risorsa rara. Serve quindi regolamentare, ad esempio, i periodi per la raccolta, la piantumazione degli alberi che ne favoriscono la presenza, serve un’anagrafe dei cavatori in modo da combattere l’abusivismo e anche delle regole per l’addestramento dei cani e la loro cura. Tutto ciò nell’ottica, inoltre, di operare nel rispetto dell’ambiente e nella sua tutela”.
“Quelli appena citati - continua Dipasquale - sono solo alcuni degli aspetti ai quali cercheremo di porre attenzione con il disegno di legge 496 e il contributo dell’Associazione Micologica Econaturalistica Tartufai Siciliani è stato fondamentale per individuare tutte le sfaccettature di questo settore”.
“Contiamo - conclude - di riuscire a far arrivare la norma all’esame del Parlamento siciliano il prima possibile perché la Sicilia ha bisogno di regole chiare anche per la commercializzazione di questo prodotto sempre più ricercato”.