Giudiziaria Scicli

Quelli che non mandano i figli a scuola a Scicli: 50 denunciati

Sia italiani che stranieri

Scicli - I Carabinieri della Tenenza di Scicli, al termine di attività investigativa hanno deferito in stato di libertà alla Procura di Ragusa per inosservanza dell’obbligo di istruzione dei minori cinquanta soggetti maggiorenni.

L’attività dei militari dell’Arma ha preso le mosse dalle segnalazioni svolte dai solerti dirigenti degli istituti scolastici cittadini, che a seguito delle ripetute assenze dalle lezioni, hanno indicato i giovanissimi che non partecipavano senza giustificato motivo alle lezioni della scuola dell’obbligo. Le indagini durate diverse settimane hanno permesso di accertare che ben 25 nuclei familiari sia italiani che stranieri non hanno ottemperato all’obbligo di istruzione dei giovanissimi. Sono stati, quindi deferiti entrambi gli esercenti la potestà genitoriale. Le storie che sottendono ad ognuna di queste situazioni sono diverse, ma il comune denominatore è la scarsa percezione dell’utilità della frequenza della scuola dell’obbligo, che si percepisce spesso in famiglie di bassa estrazione sociale.

L’attività è dimostrazione di sinergia con le istituzioni scolastiche cittadine che segnalazioni con attenzione i vari episodi di dispersione scolastica, nonché la sensibilità dei militari nel gestire delicati episodi che afferiscono la sfera delle scelte educative dei figli.