Benessere Coronavirus e dintorni

Raffreddore e dieta: gli alimenti che ci aiutano a contrastarlo

Combattere il raffreddore a tavola: gli alimenti utili

Raffreddore e dieta: gli alimenti che ci aiutano a contrastarlo

In questi giorni in cui non si fa altro che parlare del coronavirus, virus più conosciuti, quali quelli dell'influenza e del comune raffreddore, stanno seguendo il loro corso. Dal bollettino dell'Iss (Istituto superiore di sanità) si apprende che dall'inizio della sorveglianza ad oggi, i casi in totale di influenza ammontano a più di 6 milioni. In effetti nei mesi invernali siamo maggiormente soggetti a raffreddori e influenza perché è in questo periodo dell'anno che i virus che ne sono causa risultano maggiormente in circolazione. Non a caso vengono definiti malanni stagionali. Mal di testa, congestione nasale, occhi rossi che lacrimano sono i sintomi tipici del raffreddore che possiamo contrastare anche a tavola con una adeguata alimentazione. In particolare risultano molto utili gli alimenti che contengono vitamine e sali minerali e quindi soprattutto frutta e verdura. Gli esperti pur spiegando che non esiste una vera e propria dieta anti-raffreddore, sottolineano che le proprietà di alcuni cibi hanno l'effetto di potenziare il sistema immunitario oppure hanno un effetto antisettico e mucolitico. Insomma rappresentano un utile supporto per aiutare l'organismo a combattere l'infezione.

Combattere il raffreddore a tavola: gli alimenti utili
1) Alimenti quali pesce, frutta (in particolare gli agrumi ricchi di vitamina C) e verdura, legumi, cereali integrali, frutta secca a guscio, olio extra vergine di oliva contribuiscono a mantenere in salute il sistema immunitario. La frutta può consumarsi la mattina sotto forma di spremuta per iniziare la giornata con il piglio giusto. Anche lo yogurt è utile a rafforzare le difese immunitarie.
2) Bere molto. E' importante farlo perché col naso chiuso, uno dei sintomi tipici del raffreddore, si tende a respirare con la bocca, le mucose orali così risultano maggiormente esposte ai virus. Vanno bene anche le bevande calde, ad esempio del tè o le tisane. Gli esperti consigliano di bere dai 6 agli 8 bicchieri ogni giorno.
3) Spezie forti, ad esempio peperoncino e zenzero. Per chi ama i sapori decisi queste sono le spezie più consigliate. Hanno un effetto antisettico e fluidificante. Lo zenzero può assumersi anche sotto forma di tisana la mattina e la sera.
4) Radicchio verde e spinaci. Il primo ci protegge dal raffreddore perché contiene i carotenoidi, precursori della vitamina A e anche calcio, magnesio e acido folico. Gli spinaci, oltre ad essere molto ricchi di ferri, contengono carotenoidi, minerali e acido folico. Sia il radicchio che gli spinaci ci aiutano ad affrontare stanchezza e affaticamento che possono correlarsi ai malanni stagionali.
5) La carne rossa, alimento proteico per eccellenza, ci apporta un buon contenuto di vitamina B12 e zinco e selenio, due oligominerali fondamentali per far funzionare correttamente il sistema immunitario. Anche il latte possiede proteine di elevata qualità per cui è indicato per proteggerci dalle malattie infettive.
6) L'olio extra vergine di oliva contiene numerosi composti antiossidanti, in particolare polifenoli e vitamina E che aiutano a stimolare il sistema immunitario. Inoltre è il condimento da preferire, anche a crudo, perchè contiene acidi grassi buoni.
7) Brodo caldo. Si tratta di un rimedio tramandato dalle nostre nonne la cui validità è stata confermata anche dalla scienza. Il brodo caldo infatti rafforza le difese del nostro organismo, mentre il calore decongestiona le vie nasali.


© Riproduzione riservata