Cronaca Bergamo

Coronavirus, bimba di un anno grave

«È in prognosi riservata — conferma il direttore della Terapia intensiva, Luca Lorini —, ma è un caso raro. I bambini sono poco colpiti da questa malattia»

Coronavirus, bimbo di un anno grave

Bergamo - Una bimba di un anno è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Papa Giovanni XXIII a Bergamo e, nello stesso reparto, ci sono anche due 35 enni.

«Per quanto riguarda la bambina», ha spiegato in conferenza stampa il direttore delle Malattie Infettive del nosocomio, Marco Rizzi, «possiamo dire che è sì in prognosi riservata quindi grave, ma è anche vero che i bambini hanno capacità di ricovero per i polmoni che sono molto superiori a quelle degli adulti. Cioè, ricoverano il polmone anche molto prima».

Mentre i due 35 enni sono «un’eccezione per quanto riguarda la nostra coorte di pazienti, dove l’età media è tra i 50 e i 75 anni», ha chiarito Luca Lorini, direttore del dipartimento di Emergenza e urgenza e area critica del Papa Giovanni XXIII.

Il team direzionale ha anche confermato che l’età più critica è quella degli over 65. «Mentre i bambini affetti da coronavirus sono rarissimi. Abbiamo evidenziato, la Medicina stessa lo sta facendo, che i bambini hanno una maggiore capacità di guarire rispetto ai malati anziani. I polmoni dei bambini hanno una maggiore capacità di recupero», hanno concluso.

Sono passati solo 10 giorni dall’inizio di epidemia di coronavirus in Lombardia e il Papa Giovanni di Bergamo si trova in una situazione critica. «Siamo sotto pressione, questa malattia è un fatto imprevisto che ci ha obbligato a ripensare tutta la nostra organizzazione. Tutta la struttura, tutti i dipendenti stanno facendo un grande sforzo, per cui vanno ringraziati», dice il direttore sanitario dell’Asst di Bergamo, Fabio Pezzoli.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1634712506-3-crai.gif

L'incontro con i media si era aperto con una notizia positiva: i primi quattro pazienti risultati positivi al Coronavirus sono guariti e stati dimessi. Erano entrati in ospedale nove giorni fa. 


© Riproduzione riservata