Economia Ragusa

Crisi da Virus, Bapr Ragusa sospende pagamenti quota capitale rate

Quel che deve fare la Banca del territorio

 Ragusa - A sostegno delle imprese del territorio colpite dalle difficoltà economiche connesse all’emergenza sanitaria da COVID-19, la Banca Agricola Popolare di Ragusa ha deciso di aderire prontamente all’Addendum all’Accordo per il Credito 2019 “Imprese in Ripresa 2.0” sottoscritto in data 6 marzo 2020 dall’ABI con le principali Associazioni di Categoria.
In particolare la Banca è intervenuta senza indugio in aiuto delle micro, piccole e medie imprese Clienti con la sospensione del pagamento della quota capitale delle rate e l’allungamento della scadenza dei finanziamenti.

Possono richiedere l’applicazione delle misure le PMI attualmente in bonis appartenenti a tutti i settori merceologici con finanziamenti in essere alla data del 31 gennaio 2020. In particolare:
• la sospensione può essere richiesta fino ad un periodo massimo di 12 mesi;
• l’allungamento della scadenza è applicabile fino al 100% della durata residua del piano di ammortamento; per il credito a breve e per il credito agrario di conduzione il periodo massimo di allungamento è pari, rispettivamente, a 270 giorni ed a 120 giorni.
Per l’accesso alle predette misure, l’impresa Cliente deve presentare formale richiesta alla Banca con allegata un’auto-certificazione che specifichi il danno subito ed il fatto che lo stesso risulti direttamente connesso all'emergenza sanitaria in corso.


© Riproduzione riservata