Benessere Prevenzione igienica

Emergenza coronavirus: come lavarsi bene le mani

Il coronavirus infatti si trasmette non solo per via aerea, ma anche attraverso occhi naso e bocca

Emergenza coronavirus: come lavarsi bene le mani

Il lavaggio accurato delle mani è una norma igienica basilare per evitare le infezioni. Si tratta di una misura di profilassi in grado di proteggere sia noi che gli altri. In particolare sul sito del Ministero della salute è possibile leggere alcune indicazioni relative a questo atto igienico così importante. Tali indicazioni valgono anche in caso di influenza, ma in questo momento così delicato tutta l'attenzione è ovviamente concentrata sul coronavirus.
Il dpcm pubblicato in Gazzetta ufficiale il 4 marzo prevede su questo punto specifico relativo alle pratiche igieniche, di mettere a disposizione, all'ingresso di locali pubblici, quali farmacie, supermercati, e altri luoghi di aggregazione, delle soluzioni disinfettanti idroalcoliche per il lavaggio delle mani. Vanno poi sempre rispettare le pratiche igienico sanitarie, ad esempio coprirsi naso e bocca in caso di starnuto o di tosse, evitando di toccare con le mani le secrezioni respiratorie.

Lavarsi bene le mani: norma igienica basilare
Il lavaggio con attenzione delle mani è importante non solo per chi è a contatto con le persone ammalate, soprattutto se anziane, o per chi frequenta ospedali, case di cura, ma anche se ci trova spesso in luoghi affollati, ad esempio è questo il caso di quanti si muovono spesso fuori casa per lavoro e quindi negli spostamenti possono aver toccato delle superfici contaminate. Le mani vanno lavate ogni volta che si è stati su un mezzo di trasporto pubblico o se si frequentano luoghi molto frequentati, sale di aspetto di ferrovie, aeroporti. Le mani in particolare vanno lavate ogni qualvolta si viene a contatto col pubblico, ad esempio a lavoro o quando andiamo a fare la spesa.

Ma come deve essere effettuato il lavaggio delle mani?
E' importante che il lavaggio prosegua per almeno un tempo che va dai 40 ai 60 secondi se fatto con sola acqua e sapone e 30-40 secondi con soluzione alcolica (basta un disinfettante con base alcolica al 60%). La quantità di sapone utilizzato deve coprire tutta la superficie delle mani, quindi va spalmato tra le mani sfregando bene i palmi l'uno contro l'altro. Bisogna poi ruotare un palmo sopra il dorso dell'altra mano, così da intrecciarle. Vanno intrecciate anche le dita disponendo i palmi l'uno verso l'altro. Quindi tenendo sempre i palmi di fronte l'uno all'altro, si fa una specie di intreccio tenendo le dita strette tra di loro. Si passa quindi alla pulizia accurata di singole parti delle mani. Si comincia dai pollici che bisogna strofinare con il palmo della mano opposta. Va fatto per entrambi i pollici. Si procede quindi alla pulizia dei singoli palmi passandoci sopra le dita. Anche in questo caso l'operazione va fatta su entrambe le mani. A questo punto possiamo passare le mani sotto l'acqua del rubinetto per il risciacquo. Asciughiamole, utilizzando se possibile un fazzoletto usa e getta.
Non solo le mani, ma anche le superfici necessitano di essere deterse utilizzando dei disinfettanti a base di cloro o alcol. L'igiene delle mani e la pulizia degli ambienti è fondamentale. In particolare vanno lavati quotidianamente pavimenti, lavandini, maniglie, sedie, water. Il coronavirus infatti si trasmette non solo per via aerea, tramite l'inalazione delle goccioline del respiro delle persone infette, ma anche attraverso occhi naso e bocca, per cui bisogna evitare di toccarsi le mucose se le mani non sono state lavate accuratamente.


© Riproduzione riservata