Lettere in redazione Ragusa

I Notai durante l'emergenza Covid 19

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

I Notai durante l'emergenza Covid 19

Pozzallo - Spett.le Ragusa News,

L'encomiabile servizio che fornite alla collettiva consente a noi tutti, in questi giorni difficili, di acquisire maggior consapevolezza e apprendere cosa accade nella nostra amata provincia e anche al di là di essa, seguendo costantemente l'evolversi della situazione attuale che tanto (a ragion veduta) ci preoccupa. Con scrupolo ed attenzione ci mettete in guardia dai pericoli, smentite le false notizie e rassicurate su ciò su cui è necessario rassicurare.
Proprio tale scrupolo e la "devozione" con cui svolgete il vostro lavoro vi costituiscono il più serio ed affidabile tramite tra le istituzioni locali e la popolazione.
In questi giorni di tensione e difficoltà è giusto che i cittadini sappiano della tempestività e dell'efficienza con cui le istituzioni, chiamate a presidiare la tenuta, la forza e la stabilità dell'ordinamento giuridico italiano anche nei momenti di maggior criticità abbiano reagito prontamente all'emergenza sanitaria in atto. Con provvedimento dell'11 marzo, il consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Ragusa e Modica ha adottato il vademecum che tutti i Notai della provincia rispetteranno durante l'emergenza sanitaria. Infatti, pur esortando la popolazione al differimento degli affari e delle operazioni non aventi il carattere dell'urgenza, gli studi notarili garantiranno, seppure con le modalità necessarie a contemperarlo con la tutela della salute pubblica, l'accesso "al diritto", alle tutele e garanzie dell'attività notarile. L'art. 142 della Legge notarile infatti dispone il divieto per il notaio di
abbandonare la sede in occasione di malattie epidemiche o contagiose proprio per consentire il funzionamento del "pubblico ufficio" anche nei momenti in cui l'ordinamento è più duramente sotto attacco. Pertanto sono garantiti i servizi notarili sul tutto il territorio ai cittadini che avessero affari urgenti ed indifferibili da portare a compimento o atti concernenti interessi familiari, personali e non patrimoniali seppure con le limitazioni, cautele e restrizioni dettate dal Consiglio Notarile a tutela della salute della popolazione, del Notaio e del personale di studio, che si invita la popolazione a rispettare con pazienza.
Tra queste vi sono disposizione di carattere igienico-sanitario (ad es. disinfezione di superfici e penne dopo ogni stipula ed utilizzo di mascherine ove disponibili), altre di tipo organizzativo (es. Consulenze utilizzando mezzi di comunicazione a distanza, accesso allo studio solo previo appuntamento telefonico, divieto di presenza alle stipule di persone non direttamente parte dell'atto) ed altre di carattere giuridico (es. partecipazione agli atti a mezzo di procura per i soggetti in quarantena, immunodepressi o che presentano sintomi influenzali).
Gli studi notarili hanno quindi adottato tutti gli accorgimenti prescritti dal governo per la salubrità, quanto più possibile, dei luoghi e dell'attivita e possono, con i limiti imposti dalla situazione attuale, essere ritenuti sicuri. Il notaio tutela la salute pubblica così come ha sempre tutelato gli interessi patrimoniali, familiari e sociali dei cittadini e dei più deboli.
I più sentiti ringraziamenti per lo spazio concesso.


© Riproduzione riservata