Economia Roma

Governo pronto a chiudere le fabbriche

Confindustria frena, vuole un intervento graduale

Roma - Il governo si è preso 24 ore per ragionarci, ma potrebbe applicare la legge sugli scioperi - la 146 del 1990 - per salvaguardare i servizi lì definiti come essenziali, da tutelare in ogni caso - come trasporti, sanità, telecomunicazioni - e fermare tutto il resto.

Sindacati e imprese chiedono al premier Conte e ai ministri di chiudere tutte le attività industriali non strategiche e i servizi non essenziali su tutto il territorio nazionale per provare ad arginare l'epidemia.

Il fronte sindacale è compatto. Quello delle imprese meno. Confindustria frena, chiede tempo per ragionare. Ma non è un'opposizione rigida: propone di usare gradualità, di non intervenire con l'accetta per tutti i settori e ovunque.


© Riproduzione riservata