Cronaca Milano

In partenza in treno verso il Sud, bloccati alla stazione di Milano

Alcuni si sono messi a piangere

Milano - Stop al terzo esodo verso Sud, viaggiatori respinti alla stazione di Milano, altri bloccati a Napoli. 

Qualcuno ha anche pianto alla stazione Centrale di Milano quando si è visto respingere alla partenza dei treni diretti a Salerno e Napoli (da dove poi molti avrebbero proseguito per andre più a Sud) perché non ha passato i controlli diventati più stringenti dopo le recenti direttive che limitano gli spostamenti. I passeggeri, non molti alle partenze, sono stati sottoposti a rigorose e approfondite verifiche dell’autocertificazione e dei documenti e anche a quelli della temperatura corporea. Una decina, complessivamente, quelli che non avevano i requisiti.

Da domani lunedì, inoltre, due pattuglie dell’esercito coinvolte nell’operazione ‘Strade sicure’, saranno impiegate a Messina in supporto alle Forze dell’ordine, nei principali punti nevralgici di snodo cittadini, per i controlli degli spostamenti dei cittadini per cercare di contenere la diffusione del coronavirus.

Speranza: giorni cruciali. «Sono giorni cruciali. Bisogna ridurre al minimo gli spostamenti» Così il ministro della Salute Roberto Speranza ha commentato la nuova ordinanza firmata insieme al ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, che vieta gli spostamenti da un comune ad un altro. «Chi da domani non andrà più al lavoro - dice il ministro Speranza - è essenziale che resti a casa e aiuti così tutti quelli che devono continuare a lavorare».