Economia Roma

Decreto Conte: le attività che devono chiudere

Chi deve chiudere

Roma - Nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri di oggi, 22 marzo, indica le attività produttive che possono rimanere aperte. Le nuove misure sono valide fino al 3 aprile. Continuano a lavorare studi legali, ingegneria, i call center, attività finanziarie e assicurative, uffici postali, edicole, ingrosso di carta e agenzie di distribuzione di giornali, riviste e libri, gli alberghi. In totale sono 80 le voci che appaiono nell’elenco delle attività ammesse. 

Ecco l’elenco delle attività che dovranno chiudere: 

— Silvicoltura e utilizzo di aree forestali
— Estrazione di minerali metalliferi
— Altre attività di estrazione di minerali da cave e miniere
— Attività di supporto per l’estrazione da cave e miniere di altri minerali
— Industria del tabacco
— Industrie tessili (tranne la produzione di articoli tecnici, corde e tessuti non tessuti)
— Confezione di articoli di abbigliamento
— Confezione di articoli in pelle e pelliccia (tranne gli indumenti da lavoro)
—Fabbricazione di articoli in pelle e simili
— Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili)
— Fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio (tranne gli imballaggi)
— Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (tranne vetri igienici)
— Metallurgia
— Fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari e attrezzature)
— Fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica
— Apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e di orologi (tranne gli apparecchi medicali)
— Fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (tranne quelle per il controllo dell’elettricità)
— Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature Nca (tranne le macchine per agricoltura e silvicoltura; industria alimentare, delle bevande e del tabacco; industria delle materie plastiche e della gomma)
— Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
— Fabbricazione di altri mezzi di trasporto
— Fabbricazione di mobili
— Altre industrie manifatturiere (tranne la fabbricazione di strumenti e forniture mediche e dentistiche, di attrezzature ed articoli di vestiario protettivi di sicurezza, e quella di casse funebri)
— Costruzione di edifici
— Lavori di costruzione specializzati (tranne l’installazione di impianti elettrici, idraulici ed altri lavori di costruzione e installazione)
—Commercio di autoveicoli
— Commercio all’ingrosso (escluso quello di autoveicoli e motocicli, quello di materie prime agricole e di animali vivi, prodotti alimentari, bevande e prodotti del tabacco, prodotti farmaceutici, libri, riviste e giornali, di macchinari, attrezzature e forniture agricole, altri mezzi ed attrezzature di trasporto, strumenti e attrezzature di misurazione per uso scientifico, articoli antincendio e antinfortunistici, combustibili solidi, liquidi, gassosi e di prodotti derivati)
— Alloggio (tranne alberghi e strutture simili)
— Attività immobiliare
— Pubblicità e ricerche di mercato
— Attività di noleggio e leasing operativo
— Attività di ricerca, selezione, fornitura di personale
— Attività dei servizi delle agenzie di viaggio, dei tour operator e servizi di prenotazione e attività connesse
— Servizi investigativi privati
— Servizi integrati di gestione agli edifici
— Cura e manutenzione del paesaggio
— Attività di supporto per le funzioni d’ufficio e altri servizi di supporto alle imprese (tranne call center, imballaggio e confezionamento per conto terzi, e le agenzie di distribuzione di libri, giornali e riviste)
— Attività creative, artistiche e di intrattenimento
— Attività di biblioteche, archivi, musei ed altre attività culturali
— Attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco
— Attività sportive, di intrattenimento e di divertimento
— Riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa (tranne quella di computer e periferiche, telefoni, elettrodomestici e altre apparecchiature per le comunicazioni)
— Altre attività di servizi per la persona
— Produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze
— Organizzazioni e organismi extraterritoriali