Cronaca Modica

Coronavirus, morto un ragusano

E' un settantenne

Modica - Un anziano 70enne di Marina di Ragusa, M.M., è morto oggi per Coronavirus all'ospedame Maggiore di Modica. L'uomo era stato ricoverato perchè positivo e sintomatico nei giorni scorsi. L'aggravarsi delle sue condizioni alle vie respiratorie aveva indotto i medici a trasferirlo in rianimazione. Alle 14 di oggi il decesso. 

Si tratta della prima vittima in provincia di Ragusa. 

Il comunicato dell'Asp

"Spiace comunicare la morte di un paziente di 71 anni di Ragusa ricoverato da alcuni giorni in malattie infettive e da ieri trasferito, in terapie intensiva a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni. Al momento quindi i ricoverati sono 8 compreso uno in terapia intensiva le cui condizioni sono stabili se pur gravi.

Sono risultati negativi i tamponi di due persone decedute presso una casa di riposo del territorio. In ordine alle notizie allarmistiche diffuse da una paziente ricoverata, e ribaltate sui social e su vari blog, la direzione di presidio a seguito di un paziente "sospetto CoViD19” risultato negativo ai primi test, e poi risultato invece positivo e trasferito a Modica, ha applicato tutte le procedure codificate nei protocolli, considerato che questi casi sono ovviamente previsti.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1590741479-3-despar.gif

Il personale che ha avuto contatto con il paziente è stato sottoposto a tampone e temporaneamente posto a riposo in attesa dell’esito. I primi due tamponi esitati su medici dell’Ospedale di Ragusa che hanno gestito il paziente sono risultati negativi. Aumenta a 4 il numero delle persone precedentemente positive che si sono negativizzate.

Da lunedì, secondo le indicazioni dell’Assessore Regionale della Salute, informato costantemente della situazione della Provincia, avranno inizio i prelievi dei tamponi alle persone in isolamento che singolarmente saranno chiamate e con la loro auto se disponibili potranno recarsi a Ragusa per effettuare il tampone senza scendere dall’auto. Questo consentirà di velocizzare le procedure, effettuare più tamponi e dedicare il personale per le visite a domicilio per le persone più fragili e non autonome.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1590742204-3-toys-in.png

Raccomandiamo, in previsione di un aumento dei casi in tutta la Regione e anche nella provincia di Ragusa, di rispettare rigidamente le regole dell’isolamento".