Lettere in redazione Ragusa

Quelli che tornano al supermercato per comprare l'ammorbidente

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Ragusa - Gentilissimi,
sono un operatore addetto alla sicurezza, nello specifico in questo triste periodo svolgo la mansione come servizio di controllo nei supermercati di una nota catena locale.
Mi permetto di scrivere queste due righe al fine di poter sensibilizzare nel nostro piccolo le persone a rispettare ciò che le regole ci impongono in questo periodo così particolare.
Purtroppo mi dispiace constatare come moltissima gente abbia preso sotto gamba il virus che purtroppo circola, noi operatori assistiamo di continuo alle stesse scene, gente che va a fare la spesa più volte al giorno, gente che pur di uscire di casa acquista un solo mestolo piuttosto che tre spugne o un ammorbidente, ma molto più fastidioso assistere ad interi nuclei familiari presentarsi all'ingresso dei supermercati quando l'accesso agli stessi è consentito ad un solo membro del nucleo.
Signori purtroppo tutto ciò non vi aiuta e non aiuta noi che cerchiamo di dare un servizio per aiutare chi è costretto a lavorare e per non fare mancare i beni di prima necessità sulle vostre tavole.
Sperando di essere di aiuto e di far comprendere i reali rischi a cui il virus ci sottopone vi lascio con un augurio:
"ANDRÀ TUTTO BENE"