Attualità Ragusa

Fondi ex Insicem. Piazza: ricercare le misure a sostegno delle imprese

Parla il commissario Piazza

Ragusa - “Stiamo valutando alcune ipotesi di intervento nei confronti delle imprese ragusane in sofferenza per quest’emergenza sanitaria ed economica, utilizzando i fondi ex Insicem”. Lo dice il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza, che ha dato mandato agli uffici per predisporre un provvedimento che intanto sospenda le rate di rimborso della misura riguardante la quota di capitalizzazione per tutte quelle aziende che in ossequio ai Dpcm governativi sono stati obbligati a sospendere le loro attività.

Questo è un primo provvedimento che verrà adottato la prossima settimana, mentre, per l’attivazione di nuove misure a sostegno delle imprese lo spazio finanziario è davvero circoscritto perché quasi totalmente i fondi ex Insicem sono stati spesi o sono impegnati.
“Per quanto concerne i fondi destinati agli investimenti – argomenta Piazza – sono stati in parte spesi e per molte opere addirittura per completarle sono necessari i ribassi d’asta degli appalti aggiudicati come quello relativi ai collegamenti stradali per l’aeroporto di Comiso o per i collegamenti al porto di Pozzallo. Mentre per i fondi destinati alle imprese la misura di 2 milioni di euro riguardante la patrimonializzazione dei Consorzi fidi per l’accesso al credito è già esaurita, così come la misura di 4 milioni di euro riguardante la capitalizzazione delle imprese. Resta disponibile un fondo di garanzia di 300 mila euro che era stato inizialmente impegnato nel 2016, su proposta del comune di Vittoria, per le start up in agricoltura. Credo che questo fondo di garanzia possa essere riassegnato individuando una misura ad hoc per le aziende in sofferenza per via dell’emergenza sanitaria da Covid 19. Su questa misura si può lavorare e anche le organizzazioni di categoria possono formulare proposte utili al bisogno e soprattutto condivisibili dalla stragrande maggioranza del settore produttivo e imprenditoriale paralizzato e penalizzato dall’emergenza sanitaria. E’ impegno comune del Libero Consorzio Comunale di Ragusa di venire incontro alle esigenze delle imprese iblee compatibilmente con la residua disponibilità finanziaria dei fondi ex Insicem”.