Attualità PALERMO

Ricerca, crisi economica dipende anche da quella ambientale

PALERMO, 5 APR Una recente analisi sul nesso tra crisi economica e crisi ambientale, Ť stata pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica internazionale "Ecological Economics", a firma di un gruppo di ricercatori italiani Massimo Scalia, Aurelio Angelini, Francesca Farioli, Gianni Francesco Mattioli, Orlando Ragnisco, Marialuisa Saviano in cui gli studiosi nell'analizzare il modello economico neoliberista, dimostrano come la crisi economica Ť anche ecologica e viceversa. La ricerca dal titolo "Un modello di accoppiamento ecologico ed economico", spiega la severitŗ delle due crisi profondamente correlate, per questo gli autori propongono, dopo aver dimostrato la stabilitŗ delle soluzioni, un modello di "stato stazionario" globale, seguendo l'idea avanzata anni fa da GeorgescuRŲgen e Herman Daly, costituito da un unico sistema dinamico che accoppia variabili economiche ed ecologiche. Per gli analisti questi problemi possono essere descritti in termini simili a quelli della dinamica e, principalmente, viene fornito un percorso teorico verso un'economia sostenibile o, meglio, una sostenibilitŗ generale.
††† Nello studio viene proposto l'applicazione di un modello di coppie che genera una rappresentazione geometrica delle "due crisi". L'innovativo modello elaborato dagli studiosi ricorre alle teorie del fisico matematico Vito Volterra che permette di utilizzare un metodo di "misurazione e controllo" della coppia, che consente di "coniugare" le variabili a due a due, con in ogni coppia una variabile economica e una ecologica.
††† I ricercatori giungono ad una definizione piý generale, dello "stato stazionario" grazie alle equazioni del matematico irlandese Sir William Rowan Hamilton, proprietŗ che viene riconosciuta proprio in questo articolo. Usando i dati mondiali disponibili il modello assume il carattere globale annunciato, ma esso Ť ugualmente applicabile a vaste aree geopolitiche, a patto che nei parametri del modello si inseriscano come valori i dati relativi a quelle aree. Infine, un carattere molto interessante del modello Ť che il percorso verso uno scenario di sostenibilitŗ puÚ essere dato in termini analoghi a quelli della Dinamica newtoniana.(ANSA).
†††