Cronaca Londra

Boris Johnson è uscito dalla terapia intensiva

Affetto da Coronavirus

Londra - Costante miglioramento. Il primo ministro britannico Boris Johnson, positivo al Covid-19 e da alcuni giorni ricoverato in ospedale, è uscito dalla terapia intensiva ed è stato riportato al reparto generale al St Thomas Hospital, dove riceverà “un attento monitoraggio” durante le prime fasi di recupero, riferisce un portavoce di Downing Street, che aggiunge: “È di ottimo umore”.

Il premier britannico era stato ricoverato in ospedale domenica notte per dei “controlli” visto che i sintomi del coronavirus – febbre e tosse – non passavano a dieci giorni di distanza dalla diagnosi. Non era stato intubato, ma aveva avuto bisogno dell’ossigeno. In isolamento anche la sua compagna, incinta.

Il primo bollettino faceva sapere che il primo ministro ha trascorso “una notte tranquilla”. Johnson stesso ha twittato dal suo account, rivolgendo poi un elogio a tutto il personale sanitario britannico e rinnovando la sollecitazione a tutti i connazionali “restare a casa” in questa fase. “Ieri sera sono andato in ospedale su consiglio del mio medico per alcuni esami di routine perché sto ancora sperimentando sintomi da coronavirus – ha scritto -. Sono di buon umore e in contatto con il mio team, lavoriamo insieme per combattere questo virus e tenere tutti al sicuro”.